STRUTTURA DELL'AMMINISTRAZIONE

Il Segretario Generale

Il Segretario Generale assicura l'unità d'indirizzo dell'Amministrazione consiliare e ne garantisce la funzionalità in conformità agli obiettivi indicati dagli organi politici del Consiglio.
Il Segretario Generale:
- assiste il Presidente durante le sedute del Consiglio;
- tiene i rapporti con la Presidenza della Giunta regionale, col Rappresentante del Governo, con i Segretari generali delle Camere e degli altri Consigli regionali e con gli altri organi istituzionali;
- riceve la proclamazione degli eletti da parte degli uffici competenti, nonché le proteste e i reclami elettorali;
- partecipa alle sedute dell'Ufficio di Presidenza, vi esprime il proprio parere e ne redige i verbali;
- provvede alla conservazione degli atti riservati;
- distribuisce agli uffici competenti la corrispondenza;
- sottopone al Presidente i decreti e tutti gli atti di competenza del Presidente stesso e vi appone, quando occorre, la propria firma;
- partecipa, esprimendo il proprio parere, alle sedute di tutti gli organi collegiali preposti ai Servizi.
Il Segretario Generale ha la rappresentanza legale dell'Amministrazione e firma gli atti a rilevanza esterna dell'Amministrazione che non rientrino nella competenza degli organi politici, fatti salvi quelli che ai sensi di disposizioni legislative o di disposizioni regolamentari interne, ovvero per delega del medesimo Segretario Generale siano attribuiti alla competenza dei Capi Servizio o di altri dipendenti consiliari.
Il Segretario Generale è il capo del personale, ne cura la disciplina e assegna i dipendenti ai vari Servizi;
- impartisce ai Servizi direttive proprie e degli organi collegiali preposti ai Servizi e ne sorveglia l'esecuzione;
- predispone la relazione annuale sullo stato dell'Amministrazione consiliare;
- esercita il controllo su tutti i Servizi del Consiglio;
- riceve dagli organi politici e dai singoli Consiglieri regionali le osservazioni e le proposte per il miglior funzionamento dei Servizi;
- conferisce, per esigenze straordinarie dell'Amministrazione e per periodi determinati, incarichi speciali a dipendenti del Consiglio.
Il Segretario Generale, in caso di assenza o di impedimento, è sostituito dal Vice Segretario Generale e, in caso di assenza o di impedimento del Vice Segretario Generale, da un altro Capo Servizio espressamente designato dallo stesso Segretario Generale.
Segretario generale dott. Marcello Tack (nominato con deliberazione dell'Ufficio di presidenza n. 52 del 22 aprile 2015)
(
curriculum)
Tel 070/6014612

seg.gen@consregsardegna.it

 

Il Vice Segretario Generale

Il Vice Segretario Generale svolge le funzioni vicarie del Segretario Generale e assolve alle altre funzioni attribuitegli dal medesimo, coordinando ove occorra a tal fine le attività in cui siano coinvolti più Servizi.
L'incarico di Vice Segretario Generale non è incompatibile con l'incarico di Capo di un Servizio.

 

L'Avvocatura Consiliare

Nell'ambito della Segreteria Generale è istituita l'Avvocatura Consiliare, alla quale competono le seguenti funzioni:
- rappresentare e difendere in giudizio l'Amministrazione consiliare qualora l'Ufficio di Presidenza non ritenga di avvalersi del patrocinio dell'Avvocatura dello Stato o di altro Avvocato del libero foro in possesso della qualificata esperienza e della particolare conoscenza richieste dalla complessità della materia;
- esaminare, trattare ed esprimere parere sui ricorsi giurisdizionali presentati al Giudice amministrativo avverso atti e provvedimenti amministrativi dell'Amministrazione consiliare;
- esaminare, trattare ed esprimere parere sui ricorsi, presentati al Giudice ordinario, che implichino la responsabilità penale e civile, contrattuale ed extracontrattuale dell'Amministrazione consiliare;
- esaminare, trattare ed esprimere parere sugli esposti e sui ricorsi interni avverso provvedimenti dell'Amministrazione;
- prestare assistenza al Segretario Generale sulle questioni di carattere giuridico relative ad atti di competenza dell'Amministrazione consiliare, anche, ove richiesto dal medesimo, predisponendo pareri formali su specifici argomenti.
All'Avvocatura è preposto l'Avvocato del Consiglio regionale, nominato con le procedure di cui al comma 5 dell'articolo 8 tra i referendari in possesso dei requisiti per la nomina a Capo Servizio e dei requisiti per l'ammissione al patrocinio nanti le magistrature ordinaria e amministrativa.
All'Avvocato del Consiglio regionale è attribuito il medesimo trattamento giuridico ed economico dei Capi Servizio. L'Avvocato del Consiglio regionale è inoltre componente del Collegio dei Capi Servizio.
Possono essere assegnati o incaricati di collaborare con l'Avvocatura, su disposizione del Segretario Generale, anche altri referendari in possesso dei requisiti di legge per l'ammissione al patrocinio.
Per le finalità di cui al presente articolo l'iscrizione di referendari all'Ordine degli Avvocati di Cagliari, nel Registro speciale per le Pubbliche Amministrazioni, avverrà a spese e su istanza dell'Amministrazione consiliare.

Capo Servizio avv. Massimo Falchi Delitala (nominato con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 114 del 6 aprile 2011)
(
curriculum)
tel. 070/6014356

serv.legale@consregsardegna.it

Nell'ambito della Segreteria Generale è istituito:

L'Ufficio della Segreteria Generale
L'Ufficio della Segreteria Generale opera alle dirette dipendenze del Segretario Generale, assiste il Segretario Generale e il Vice Segretario Generale nell'adempimento delle relative funzioni e cura la rispettiva segreteria.

Capi Servizio
I Capi Servizio dirigono l'attività complessiva del Servizio, del cui funzionamento rispondono al Segretario Generale, al quale sono tenuti a prestare collaborazione.
I Capi Servizio:
- presiedono le Assemblee del Servizio;
- partecipano alle riunioni dell'organo politico collegiale eventualmente preposto alla vigilanza sul Servizio;
- partecipano alle Conferenze tra i Servizi; firmano o controfirmano gli atti, a rilevanza interna ed esterna, prodotti dal Servizio, che non implichino impegni attribuiti alla competenza degli organi politici o del Segretario Generale, fatti salvi gli atti la cui responsabilità sia attribuibile ad altri dipendenti ai sensi di disposizioni legislative o regolamentari interne in materia procedimentale;
- adottano i provvedimenti sugli affari di competenza del Servizio che non assegnino formalmente ai Capi degli Uffici;
- assicurano la gestione unitaria del Servizio e ne programmano gli obiettivi tenendo conto delle esigenze generali dell'amministrazione e degli indirizzi, comuni a più Servizi, formulati per le varie aree di attività di loro competenza;
- verificano periodicamente l'attuazione dei programmi di attività, il carico di lavoro e la produttività del servizio e propongono al Segretario Generale provvedimenti intesi a migliorare il funzionamento;
- attribuiscono agli Uffici il personale occorrente tra quello assegnato al Servizio e assicurano l'equilibrata utilizzazione delle risorse umane e materiali del Servizio nel suo complesso.
I Capi Servizio si riuniscono sotto la presidenza del Segretario Generale nel Collegio dei Capi Servizo.
In caso di assenza, di impedimento o di vacanza dell'incarico, il Capo Servizio è sostituito dai Capo Ufficio più anziano di nomina del medesimo Servizio o da altro Capo Servizio temporaneamente incaricato della reggenza dal Segretario Generale.

Capi Ufficio
I Capi degli Uffici collaborano con il rispettivo Capo Servizio nella programmazione dell'attività generale del Servizio e assicurano l'adempimento delle direttive impartite dal medesimo Capo Servizio, al quale rispondono delle attività e dei procedimenti di competenza dei rispettivi Uffici nonché degli altri compiti loro affidati.
In caso di assenza o di impedimento il Capo Ufficio è sostituito dal Capo Ufficio più anziano di nomina del medesimo Servizio o da altro Capo Ufficio incaricato dal Segretario Generale, sentito il Capo del Servizio.
In caso di vacanza dell'incarico di Capo Ufficio titolare, non sopperibile con le modalità precedenti, la reggenza ad interim di un Ufficio è tenuta dal Capo del Servizio in cui l'Ufficio è istituito, oppure è affidata per un periodo massimo di un anno, con disposizione del Segretario Generale, sentito il Capo del Servizio, ad altro referendario.
Le funzioni di un Servizio non ricomprese nelle attribuzioni di alcun Ufficio sono dirette dal Capo Servizio o da un Capo Ufficio da lui designato nell'ambito del medesimo Servizio, ovvero coordinate da un altro referendario consiliare. I Capi degli Uffici possono svolgere, su disposizione del Capo Servizio, funzioni proprie del profilo professionale di appartenenza anche in attività non previste tra quelle attribuite al proprio o ad altro Ufficio.
I Capi di Uffici posti alle dipendenze del Segretario Generale sono responsabili delle attività loro assegnate e ne rispondono al Segretario Generale.

 

Servizio Segreteria
Al Servizio Segreteria competono le seguenti attribuzioni:
- curare la predisposizione degli atti e dei lavori preparatori delle riunioni dell'Ufficio di Presidenza, provvedere alla redazione del processo verbale, registrare le decisioni dell'organo eseguendole per quanto di competenza o dandone comunicazione ai competenti uffici;
- curare la segreteria della Giunta delle Elezioni, gli atti preparatori e l'assistenza al Presidente nella formulazione del programma delle sedute e la diffusione dell'ordine del giorno;
- curare tutti gli adempimenti in materia elettorale di competenza del Consiglio regionale e dei suoi organi interni;
- curare gli adempimenti conseguenti alle leggi regionali o nazionali, ove applicabili, concernenti i Consiglieri in carica e quelli cessati dalla carica non attribuiti alla competenza del servizio ragioneria;
- esaminare le questioni relative alla ricevibilità degli atti consiliari;
- esaminare, ai fini dell'assegnazione alle Commissioni, i progetti di legge e gli altri atti e documenti;
- esaminare, ai fini dell'assegnazione all'Assemblea o alle singole Commissioni, le interpellanze e le interrogazioni;
- esaminare le questioni di competenza sollevate dalle Commissioni e le richieste di mutamento di assegnazione;
- ricevere le proposte di legge di iniziativa popolare e le petizioni;
- redigere il Manuale consiliare;
- curare il protocollo generale; curare gli adempimenti relativi alla ricezione e alla spedizione della corrispondenza; predisporre la proposta di assegnazione della corrispondenza ai vari Servizi;
- predisporre e aggiornare anche attraverso appositi strumenti informatici il titolario di classificazione generale degli atti e sovrintendere alla gestione dell'archivio corrente dei Servizi;
- organizzare e gestire l'archivio di deposito e l'archivio storico del Consiglio;
- organizzare, in collaborazione con il Servizio Amministrazione le manifestazioni promosse dal Consiglio;
- curare e coordinare gli adempimenti dell'Amministrazione relativi al cerimoniale e all'attività di rappresentanza, anche in collaborazione con la Segreteria della Presidenza del Consiglio;
- sovraintendere al personale dell'Ufficio del Consiglio in Roma fino all'esaurimento della relativa attività;
- curare i rapporti amministrativi con i Gruppi consiliari.

Uffici del Servizio Segreteria
Nel Servizio Segreteria sono istituiti i seguenti Uffici.
Ufficio degli adempimenti elettorali e istituzionali.
L'Ufficio cura la segreteria della Giunta delle elezioni, riceve e registra gli atti relativi alla nomina e allo status dei Consiglieri, conserva e aggiorna i relativi fascicoli; raccoglie i documenti elettorali e predispone i prospetti di tutti i dati concernenti le operazioni elettorali; cura lo studio e l'istruttoria dei casi di incompatibilità e la redazione di un massimario sulla materia; predispone gli elenchi ufficiali dei Consiglieri e degli organi del Consiglio; verifica il computo delle firme degli elettori proponenti le proposte di legge di iniziativa popolare e delle petizioni al fine di accertarne la regolarità; cura gli adempimenti relativi ai comandi del personale presso i Gruppi consiliari; cura il cerimoniale e le visite guidate ai locali del Consiglio.

Ufficio dell'archivio generale e dell'archivio storico.
L'Ufficio protocolla, anche attraverso strumenti informatici, la corrispondenza in arrivo e in partenza e ne cura la distribuzione all'interno del Consiglio, ordina e conserva, anche in formato digitale, le raccolte delle leggi e dei regolamenti della Regione, ordina e raccoglie, anche in formato digitale, tutti gli atti e i documenti consiliari, provvede alla conservazione delle pubblicazioni consiliari ufficiali, studia ed aggiorna i sistemi ed i mezzi di archiviazione, cura la classificazione, la conservazione, la schedatura e la catalogazione degli atti esauriti, sovrintende all'archivio corrente, cura l'archivio di deposito e l'archivio storico del Consiglio secondo un regolamento speciale approvato dall'Ufficio di Presidenza.

Capo Servizio dott.ssa Marcella Massa (nominata con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 114 del 6 aprile 2011)
(curriculum)
tel. 070/6014614 - fax 070/657896
serv.segreteria@consregsardegna.it


Servizio Assemblea
Al Servizio Assemblea competono le seguenti attribuzioni:
- curare gli adempimenti inerenti alla convocazione ed allo svolgimento delle sedute del Consiglio e predisporre i relativi documenti; assistere la Presidenza e la Segreteria Generale durante le sedute, coordinare i testi legislativi e i documenti approvati dall'Assemblea e loro trasmissione al Presidente della Regione e agli altri organi competenti;
- curare l'analisi e lo sviluppo delle metodologie e delle tecniche di redazione dei testi normativi e la connessa assistenza ai consiglieri;
- curare gli adempimenti relativi alle elezioni degli organi consiliari, di rappresentanti del Consiglio in organi collegiali;
- curare la redazione del bollettino degli argomenti pronti per l'inserimento all'ordine del giorno del Consiglio;
- coordinare e curare la raccolta della prassi consiliare;
- predisporre i dati statistici relativi all'attività dell'Assemblea e all'attività ispettiva dei consiglieri;
- tenere la segreteria e predisporre gli atti e i lavori preparatori per le riunioni della Conferenza dei Presidenti dei Gruppi consiliari; raccogliere, a tal fine, gli elementi necessari per la predisposizione degli schemi dei programmi e dei calendari dei lavori, in collaborazione con il Servizio delle Commissioni e degli studi legislativi;
- tenere la segreteria della Giunta per il Regolamento, predisporne gli atti preparatori, assistere la Presidenza nella preparazione del programma delle sedute e diffondere l'ordine del giorno; esaminare preliminarmente le proposte di modifica presentate dai Consiglieri;
- tenere la segreteria della Commissione di verifica prevista dal Regolamento interno del Consiglio.

Nell'ambito del Servizio assemblea è istituito:
L'Ufficio della documentazione legislativa e del drafting
Nel Servizio Assemblea è istituito l'Ufficio della documentazione legislativa e del drafting. L'Ufficio cura le attività connesse alla convocazione, alla programmazione e all'organizzazione dei lavori dell'Assemblea, cura la ricezione, la registrazione e la stampa dei progetti di legge presentati, la ricezione, la registrazione, la stampa e la revisione formale degli emendamenti, degli ordini del giorno, delle interrogazioni, delle interpellanze, delle risoluzioni e delle mozioni; provvede alla redazione tecnica e assicura l'assistenza al coordinamento formale dei testi discussi e approvati dall'Assemblea; cura la tenuta della prassi consiliare.
Capo Servizio dott. Gianfranco Cocco (nominato con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 114 del 6 aprile 2011)
(curriculum)
tel. 070/6014514 - fax070/6014536
serv.assemblea@consregsardegna.it


Servizio delle Commissioni e degli studi legislativi
Al Servizio delle Commissioni e degli studi legislativi competono le seguenti attribuzioni:
- curare gli adempimenti relativi alla costituzione, rinnovazione, modifica delle Commissioni permanenti, delle Commissioni di inchiesta e delle Commissioni speciali;
- curare l'organizzazione, la convocazione e l'assistenza alla conduzione dei lavori delle Commissioni permanenti e speciali e dei loro collegi minori, comprese le attività connesse con la programmazione dei relativi lavori;
- curare le verifiche tecnico-redazionali ai fini della formazione delle leggi e degli altri atti consiliari;
- curare la redazione tecnica e l'assistenza al coordinamento dei testi discussi e approvati dalle Commissioni, anche in collaborazione col Servizio Assemblea;
- curare la raccolta dei precedenti regolamentari dell'attività delle Commissioni;
- curare la tenuta, l'aggiornamento e la distribuzione del repertorio degli atti assegnati e dello svolgimento dei relativi procedimenti in Commissione;
- curare l'analisi statistica e tecnico-qualitativa delle leggi e degli altri atti approvati dal Consiglio e la redazione di periodici rapporti;
- assicurare l'assistenza tecnico-documentaria agli organi consiliari attraverso la ricerca, l'analisi e l'elaborazione della documentazione regionale, nazionale, comunitaria e straniera, a supporto delle relative attività;
- curare, anche su richiesta dei singoli consiglieri e dei Gruppi consiliari, lo svolgimento di studi e ricerche e l'assistenza tecnico-documentaria e redazionale di atti e proposte di provvedimenti di competenza del Consiglio regionale;
- curare l'analisi e la segnalazione delle iniziative di organi dell'Unione europea ai fini della partecipazione del Consiglio regionale alla loro formazione ed attuazione;
- assicurare l'assistenza tecnico-documentaria agli organi consiliari ed al Segretario Generale nei rapporti con la Conferenza delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome nonché con gli altri organismi interistituzionali, con gli organismi tecnici comuni e con altre istituzioni di analoga competenza;
- curare lo studio e la raccolta documentaria sul ruolo, sulle funzioni, sui procedimenti delle Assemblee rappresentative;
- curare l'aggiornamento, lo sviluppo e la sperimentazione delle tecniche di verifica istruttoria degli atti normativi e di programmazione e di valutazione dei loro effetti;
- tenere il collegamento con gli istituti culturali e scientifici, nonché con centri di ricerca e documentazione per lo svolgimento delle suddette attività.

Nell'ambito del Servizio delle Commissioni e degli studi legislativi sono istituiti:
Gli Uffici delle Commissioni permanenti
Nel Servizio delle Commissioni e degli studi legislativi è istituito un Ufficio per ogni Commissione permanente, a ciascuno dei quali competono: l'organizzazione, la convocazione e l'assistenza alla conduzione dei lavori della commissione permanente, speciale o d'inchiesta e dei collegi minori della stessa; le verifiche redazionali, di legittimità, di impatto regolamentare, degli oneri finanziari e relative coperture, di implementazione amministrativa, di valutazione della efficacia e degli effetti per la formazione delle leggi e degli altri atti consiliari; la redazione tecnica e l'assistenza al coordinamento dei testi discussi e approvati dalle Commissioni e la collaborazione col Servizio Assemblea per i medesimi aspetti per la fase di discussione in Assemblea; la redazione dei processi verbali e delle sintesi delle sedute delle Commissioni.
Gli uffici delle Commissioni collaborano in particolare con gli Uffici degli Studi e della documentazione in particolare nell'assistenza tecnico-documentaria e nello svolgimento di studi e ricerche anche a richiesta.

Gli Uffici degli studi e della documentazione
Nel Servizio delle Commissioni e degli studi legislativi è istituito un Ufficio degli studi e della documentazione per ciascuno dei seguenti ambiti:
- autonomia, rapporti istituzionali, qualità della legislazione;
- bilancio e contabilità pubblica, economia, mercato, infrastrutture, ambiente, quantificazione degli oneri e delle coperture, valutazione delle politiche;
- sanità, politiche sociali, cultura, politiche dell'Unione europea.
A ciascuno degli Uffici degli studi e della documentazione competono, nelle proprie materie e in collaborazione reciproca: l'assistenza tecnico-documentaria agli organi consiliari attraverso la ricerca, l'analisi e l'elaborazione della documentazione regionale, nazionale, comunitaria e straniera a supporto delle relative attività; l'analisi statistica e tecnico qualitativa delle leggi e degli altri atti consiliari approvati; l'aggiornamento, lo sviluppo e la sperimentazione delle tecniche di verifica istruttoria degli atti; lo svolgimento di studi e ricerche e l'assistenza tecnico-documentaria e redazionale di atti e proposte, anche, a richiesta, per i Gruppi consiliari e per i singoli consiglieri.
Gli Uffici degli studi e della documentazione collaborano con gli Uffici delle Commissioni in particolare per le verifiche tecniche.

Capo Servizio dott. Alfonso di Giovanni (nominato con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 114 del 6 aprile 2011)
(curriculum)
tel. 070/6014205-6014312 - fax 070/663796
comm.capoServizio@consregsardegna.it


Servizio della documentazione istituzionale e bibliotecaria
Al Servizio della documentazione istituzionale e bibliotecaria competono le seguenti attribuzioni:
- provvedere alla redazione e alla pubblicazione delle sintesi, dei processi verbali e dei resoconti integrali delle sedute dell'Assemblea, nonché alla redazione dei resoconti delle sedute delle Giunte, delle Commissioni e delle riunioni degli organi del Consiglio o di altri consessi, in tutti i casi in cui la relativa richiesta, avanzata dalle rispettive Presidenze, sia autorizzata dal Presidente del Consiglio;
- gestire, sulla base di un apposito regolamento approvato dall'Ufficio di Presidenza, la Biblioteca del Consiglio;
- curare la segreteria della Commissione per la Biblioteca;
- curare la ricerca bibliografica e di materiale documentario, su richiesta di altri Servizi e in collaborazione con gli stessi, relativamente a particolari studi e indagini;
- assistere i Consiglieri, il personale del Consiglio e gli estranei nell'informazione e nella ricerca bibliografica giurisprudenziale e legislativa;
- promuovere, in collaborazione con i Servizi competenti, iniziative, anche pubbliche, tese a valorizzare il patrimonio di opere e di documenti del settore antiquario;
- ricercare e acquisire opere e documenti anche in ambito antiquario.
Il Capo del Servizio è il Bibliotecario del Consiglio.

Uffici del Servizio della documentazione istituzionale e bibliotecaria
Nel Servizio della documentazione istituzionale e bibliotecaria sono istituiti i seguenti Uffici:
L'Ufficio del processo verbale e dei resoconti.
L'Ufficio cura la predisposizione delle sintesi delle sedute, la redazione del processo verbale e la raccolta della documentazione relativa da allegare ai resoconti delle sedute dell'Assemblea, la redazione revisionata definitiva e la pubblicazione del resoconto integrale delle sedute dell'Assemblea, la redazione degli altri resoconti richiesti e autorizzati; cura inoltre, in collaborazione col Servizio Assemblea l'elaborazione dei dati statistici sulla partecipazione dei consiglieri alle votazioni relative ai lavori d'Aula; collabora col Servizio Assemblea per la formazione e l'aggiornamento della raccolta della prassi consiliare.
L'Ufficio della Biblioteca consiliare.
L'Ufficio cura le attività bibliotecarie, l'acquisizione delle novità librarie, delle banche dati elettroniche, lo spoglio sistematico delle riviste per la segnalazione degli articoli di maggiore attualità nelle materie che interessano l'attività consiliare nonché lo spoglio sistematico delle pubblicazioni e dei bollettini specializzati per la segnalazione di testi di particolare rilievo da porre a disposizione dei Consiglieri e dei Servizi del Consiglio; redige il bollettino delle accessioni, cura la ricerca e l'acquisizione di opere e documenti nel settore antiquario.

Capo Servizio dott.ssa Rita Gatto (nominata con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 114 del 6 aprile 2011)
(curriculum)
tel. 070/6014354 - fax 070/650373
serv.biblioteca@consregsardegna.it


Servizio del Personale
Al Servizio del Personale competono le seguenti attribuzioni:
- curare la segreteria del Servizio di Prevenzione e Protezione e le relazioni col Medico competente; curare il servizio medico fiscale; curare gli adempimenti per la formazione del personale in materia di prevenzione e sicurezza;
- tenere la segreteria del Comitato per gli affari del personale, della Commissione di disciplina; partecipare alle Commissioni e ai Comitati nei quali sono trattati problemi comunque concernenti il personale;
- tenere i rapporti con le organizzazioni sindacali;
- trattare, secondo l'ordinamento giuridico del personale, tutte le materie relative alla formazione, alla modificazione e alla cessazione del rapporto di impiego, nonché ogni questione relativa ai diritti, ai doveri e alle responsabilità del personale;
- esprimere parere obbligatorio al Segretario Generale su tutte le questioni concernenti lo stato giuridico ed economico del personale in servizio e in quiescenza, nonché sulle questioni di legittimità e di merito riguardanti l'interpretazione della normativa vigente in materia;
- predisporre studi e iniziative di carattere generale riguardanti i Servizi in materia di organizzazione, metodo e programmazione del personale; rilevare le attribuzioni e l'impiego delle diverse categorie del personale per la migliore utilizzazione dello stesso nei singoli Servizi; formulare al Segretario Generale proposte sulla consistenza delle dotazioni organiche dei Servizi;
- organizzare la segreteria dei concorsi di assunzione, delle prove di qualificazione, dei concorsi interni e delle verifiche di professionalità;
- promuovere e coordinare corsi di formazione, di addestramento, di aggiornamento e di qualificazione del personale anche con interscambio con altre Assemblee legislative;
- gestire il Fondo speciale di Quiescenza per il personale dipendente, liquidare le pensioni e ogni altra competenza dovuta al personale cessato dal servizio;
- gestire il Fondo per i prestiti personali ai dipendenti consiliari e liquidare le relative competenze.

Uffici del Servizio del personale
Nel Servizio del personale sono istituiti i seguenti Uffici.
1. Ufficio ruolo, formazione e gestione del Personale.
L'Ufficio cura la formazione, la conservazione e l'aggiornamento dei fascicoli personali, la redazione e la tenuta del ruolo di anzianità, le pubblicazioni ufficiali concernenti il personale; provvede al rilascio di documenti di riconoscimento, di certificazioni e di autenticazioni al personale; assicura la rilevazione delle presenze e il controllo dell'orario di lavoro ordinario e straordinario; predispone gli atti relativi ai procedimenti e ai provvedimenti disciplinari a carico dei dipendenti, cura le attività di reclutamento, di formazione e di aggiornamento professionale dei dipendenti, cura il servizio medico fiscale; tiene la segreteria e conserva gli atti del Servizio di Prevenzione e Protezione; cura le relazioni col Medico competente e con l'INAIL; cura gli adempimenti per la formazione del personale in materia di prevenzione e sicurezza.

2. Ufficio quiescenza e prestiti.
L'Ufficio cura l'istruttoria delle pratiche amministrative del personale concernenti l'assistenza, la previdenza, il riconoscimento e il riscatto di servizi utili ai fini del trattamento di quiescenza, predispone e gestisce i bilanci tecnici e finanziari del Fondo speciale di Quiescenza e i rendiconti del Fondo per i prestiti al personale; provvede alla liquidazione dei prestiti al personale in servizio nonché delle pensioni e di ogni altra competenza dovuta al personale cessato dal servizio; riceve dal Servizio Ragioneria e conserva le comunicazioni relative alla concessione ai dipendenti di benefici economici ed erogazioni da parte di istituti esterni, compresi i trattamenti di quiescenza.

Capo Servizio dott. Antonio Dessì (nominato con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 114 del 6 aprile 2011)
(curriculum)
tel. 070/6014415 - fax070/654506
serv.personale@consregsardegna.it


Servizio Amministrazione
Al Servizio Amministrazione competono le seguenti attribuzioni:
- curare la segreteria del Collegio dei Questori;
- provvedere alla gestione e manutenzione degli immobili a qualsiasi titolo in uso al Consiglio, dei beni mobili e degli impianti ad essi pertinenti nonché all'organizzazione logistica degli stessi, secondo le direttive impartite dal Collegio dei Questori;
- provvedere alla fornitura dei lavori, beni e servizi occorrenti per il funzionamento del Consiglio, dei suoi organi e delle articolazioni amministrative, con le procedure di cui al Regolamento interno di amministrazione e contabilità, nei limiti delle autorizzazioni del Collegio dei Questori;
- provvedere alla fornitura dei lavori, beni e servizi occorrenti per il funzionamento del Consiglio, dei suoi organi e delle articolazioni amministrative, con le procedure di cui al Regolamento interno di amministrazione e contabilità, nei limiti delle autorizzazioni del Collegio dei Questori;
- curare la tenuta e l'aggiornamento dell'Albo dei fornitori;
- compilare l'inventario generale del patrimonio e tenere le relative scritture contabili;
- provvedere ai pagamenti previsti dal Regolamento interno di amministrazione e contabilità;
- adempiere alle disposizioni in materia di polizia interna impartite dai Questori;
- coordinare il personale inquadrato nel I livello funzionale-retributivo e sovraintendere al suo impiego operativo;
- curare, in collaborazione con gli altri servizi consiliari, la tenuta del sito internet del Consiglio regionale;
- provvedere alla gestione del sistema informativo del Consiglio;
- collaborare all'organizzazione di convegni, celebrazioni e manifestazioni pubbliche promosse dal Consiglio.
Il Capo del Servizio è l'Ufficiale rogante del Consiglio.
Un dipendente del quarto o del terzo livello funzionale retributivo è nominato consegnatario-cassiere; uno o più dipendenti del terzo livello funzionale retributivo possono essere nominati vice consegnatario cassiere.

Nell'ambito del Servizio Amministrazione è istituito:
L'Ufficio appalti e contratti
Nel Servizio Amministrazione è istituito l'Ufficio appalti e contratti. L'Ufficio istruisce e predispone gli atti necessari per espletare le procedure per l'acquisizione di beni e servizi e l'esecuzione di lavori, autorizzati dai Consiglieri Questori secondo le norme del Regolamento interno di amministrazione e contabilità; cura la redazione di bandi, capitolati, lettere, compresa la loro pubblicazione; raccoglie le offerte e assiste il Capo Servizio nella loro apertura in sede di Collegio dei Questori; predispone i prospetti di raffronto tra le offerte e redige i relativi verbali, i provvedimenti di aggiudicazione e i contratti; cura gli adempimenti nella fase di esecuzione dei contratti stipulati.

Capo Servizio dott.ssa Maria Santucciu (nominata con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 114 del 6 aprile 2011)
(curriculum)
tel. 070/6014400 - fax 070/6014434
serv.amm@consregsardegna.it


Servizio Ragioneria
Al Servizio Ragioneria competono le seguenti attribuzioni:
- curare la predisposizione dei progetti di bilancio, dei rendiconti consuntivi e del conto patrimoniale del Consiglio regionale e delle relative variazioni;
- provvedere, secondo le norme previste dal Regolamento di amministrazione e contabilità, al riscontro preventivo di legittimità contabile sugli atti che comportano spesa per il bilancio interno del Consiglio;
- curare la tenuta cronologica e sistematica delle scritture contabili relative alle entrate, alle spese, ai movimenti di cassa nonché le registrazioni relative agli impegni di spesa;
- controllare i rendiconti delle spese pagate direttamente dal Consegnatario-cassiere sul fondo delle minute spese e i rendiconti dei funzionari delegati; vigilare sul servizio di cassa, sulla consistenza patrimoniale e sulle sue variazioni;
- curare gli adempimenti conseguenti alle leggi regionali o nazionali, ove applicabili, concernenti i Consiglieri in carica e quelli cessati dalla carica, compresi quelli di natura fiscale o contributiva;
- provvedere a liquidare le spese non attribuite alla competenza di altri Servizi;
- curare la liquidazione degli stipendi e di ogni altra competenza dovuti al personale dipendente, compreso il versamento delle relative ritenute fiscali e dei contributi previdenziali;
- curare i rapporti con l'Istituto di credito al quale è affidato il servizio di cassa;
- curare l'aggiornamento della normativa e della giurisprudenza in materia contabile amministrativa.

Nell'ambito del Servizio Ragioneria è istituito:
L'Ufficio della contabilità e del bilancio interno
Nel Servizio Ragioneria è istituito l'Ufficio della contabilità e del bilancio interno. All'Ufficio compete la predisposizione e la tenuta delle scritture contabili, il controllo sulla gestione del bilancio, l'elaborazione dei dati aggregati sui costi per servizi e per centri di spesa, la vigilanza sul fondo minute spese, sui rendiconti dei funzionari delegati, sul servizio di cassa, la liquidazione delle spese, l'aggiornamento costante della normativa e degli adempimenti fiscali e contributivi, la tenuta dei rapporti con l'Istituto incaricato del servizio di cassa, la vigilanza e il controllo del patrimonio.

Capo Servizio facente funzioni dott. Giorgio La Spisa
(curriculum)
tel. 070/6014409 - fax 070/6014441
serv.prerogative@consregsardegna.it


Servizio delle Autorità di garanzia
Il Servizio cura la segreteria e assicura il supporto funzionale e organizzativo dei seguenti organi:
- Difensore civico, secondo quanto previsto dalla legge regionale gennaio 1989, n. 4 "Istituzione dell'Ufficio del difensore civico in Sardegna".
- CORECOM, secondo quanto previsto dalla legge regionale luglio 2008, n. 11 "Istituzione del Comitato regionale per le comunicazioni (CORECOM) della Regione Autonoma della Sardegna".
- Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale secondo quanto previsto dalla legge regionale 7 febbraio 2011, n. 7 "Sistema integrato di interventi a favore dei soggetti sottoposti a provvedimenti dell'autorità giudiziaria e istituzione del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale".
- Garante regionale per l'infanzia e l'adolescenza, secondo quanto previsto dalla legge regionale 7 febbraio 2011, n. 8 "Istituzione del Garante regionale per l'infanzia e l'adolescenza".

Uffici del Servizio delle Autorità di garanzia sono istituiti i seguenti Uffici:

- Ufficio di segreteria del Difensore civico;
- Ufficio di segreteria del CORECOM;
- Ufficio di segreteria del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale;
- Ufficio di segreteria del Garante regionale per l'infanzia e per l'adolescenza
L'attività di ciascun Ufficio si svolge in conformità alle norme delle leggi istitutive delle rispettive Autorità. Il Capo del Servizio assicura il coordinamento dell'attività degli Uffici ricevendo le richieste dagli organi delle Autorità e in conformità alle disposizioni impartite in merito dal Segretario Generale.
Capo Servizio dott. Renato Costa (nominata con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 114 del 6 aprile 2011)
(curriculum)
tel. 070/6014310 - fax 070/673003
difensorecivico@consregsardegna.it

Segreteria del Presidente
La Segreteria del Presidente è costituita:
a) da un capo della Segreteria, scelto tra i referendari;
b) da un segretario particolare;
c) da un consulente;
d) da un altro referendario;
e) da un collaboratore di Segreteria;
f) da non più di quattro addetti di segreteria scelti tra i dipendenti di ruolo del Consiglio regionale appartenenti al terzo o al secondo livello funzionale retributivo;
g) da non più di quattro dipendenti di ruolo del Consiglio regionale appartenenti ai profili professionali di assistente d'Aula o di commesso del primo livello funzionale retributivo;
h) da un addetto stampa.
Il segretario particolare di cui alla lettera b) e il collaboratore di cui alla lettera e) possono essere scelti tra estranei all'Amministrazione. Il consulente di cui alla lettera c) deve essere scelto tra estranei all'Amministrazione e rivestire qualifica accademica o libero professionale in materie di competenza legislativa della Regione. L'addetto stampa di cui alla lettera h) può essere scelto tra i giornalisti estranei all'Amministrazione assunti a tempo indeterminato e assegnati nell'Ufficio stampa del Consiglio ovvero tra gli esterni iscritti all'Albo dei Giornalisti della Sardegna.
I rapporti di impiego instaurati per le finalità del presente articolo con persone estranee all'Amministrazione o all'Ufficio stampa consiliare verranno a cessare contestualmente alla cessazione delle funzioni del Presidente che ha disposto l'attribuzione del relativo incarico.
Il personale della Segreteria è nominato dal Presidente del Consiglio con proprio decreto e può essere revocato in qualsiasi momento senza che il relativo provvedimento debba essere in alcun modo motivato.
Il Presidente, inoltre, qualora si presentino particolari esigenze, potrà avvalersi della collaborazione di iscritti all'Albo dei Giornalisti della Sardegna o di esperti che, per qualifica accademica o professionale, rivestano particolari requisiti di competenza.



Ufficio stampa
L'Ufficio stampa opera secondo le direttive della Presidenza del Consiglio e ad essa soltanto risponde della loro piena e corretta attuazione, in base a programmi predisposti all'inizio di ogni anno e approvati dall'Ufficio di Presidenza.
L'Ufficio stampa:
- provvede alla ricerca, raccolta e coordinamento dei dati e delle informazioni di qualunque fonte giornalistica (stampa, quotidiana e periodica regionale, nazionale ed estera, agenzie Rai-Tv) che abbiano un riferimento con le competenze dell'Istituto autonomistico, con l'attività del Consiglio o che, comunque, siano di interesse regionale;
- mantiene i collegamenti con le fonti giornalistiche di cui sopra;
- cura la redazione quotidiana di una rassegna stampa d'uso dei Gruppi consiliari, nonché degli organi e degli Uffici del Consiglio;
- cura la redazione di una nota stampa quotidiana durante i lavori consiliari in aula e settimanale per i lavori delle Commissioni;
- provvede alla ricerca, raccolta e coordinamento delle informazioni riguardanti gli organi della Regione;
- fornisce la sua collaborazione, anche di consulenza, per servizi giornalistici di qualunque specie disposti dagli organi consiliari o di iniziativa di organi di informazione;
- propone agli organismi competenti iniziative editoriali di interesse per l'istituto;
- provvede alla pubblicazione di un notiziario quindicinale di cronache sulle attività del Consiglio regionale e di una rivista bimestrale di dibattito, in collaborazione col Servizio Studi, sui problemi di interesse generale che possono essere materia di leggi in preparazione;
- recensisce, per argomenti, in collaborazione col Servizio Biblioteca e con il Servizio Studi, le pubblicazioni curate dal Parlamento e dagli altri Consigli regionali.
Dell'Ufficio Stampa fanno parte giornalisti professionisti, che sono assunti per chiamata in base a specifici titoli professionali. Essi dovranno comunque avere non meno di cinque anni di iscrizione nei relativi albi e non meno di tre di esercizio della professione presso un quotidiano o periodico. Costituisce titolo di preferenza l'esperienza maturata presso Uffici Stampa di enti pubblici.
Il rapporto di lavoro dei giornalisti professionisti è disciplinato dal Regolamento per il trattamento giuridico ed economico dei giornalisti estranei all'Amministrazione, chiamati presso l'Ufficio Stampa del Consiglio, approvato con apposita deliberazione dell'Ufficio di Presidenza.
All'Ufficio Stampa è preposto un Capo Ufficio Stampa con funzioni di direttore responsabile delle pubblicazioni.
Capo Ufficio dott.ssa Rosanna Romano (nominata con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 83 del 23 settembre 2010)
(curriculum)
tel. 070/6014316 - fax 070/662555
ufficiostampa@consregsardegna.it