CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 121/A

CUCCU, con richiesta di risposta scritta, sugli operatori socio-sanitari (OSS) inseriti nelle graduatorie concorsuali antecedenti al 31 dicembre 2013.

***************

La sottoscritta,

premesso che:
- in data 18 giugno 2019 la Sesta Commissione consiliare permanente (Salute, politiche sociali, personale delle ASL, igiene veterinaria, attività sportive, alimentazione, emigrazione e immigrazione) ha audito una delegazione di operatori socio-sanitari (OSS) inseriti nelle graduatorie concorsuali approvate dal 1° gennaio 2010 al 31 dicembre 2013 non utilizzate dall'ATS Sardegna;
- a seguito di tale audizione è emersa la necessità di salvaguardare gli operatori socio-sanitari inseriti nelle citate graduatorie;

dato atto che l'esclusione delle graduatorie relative agli anni 2010-2013 non risulta coerente con le indicazioni fornite dal legislatore regionale e rischia di ingenerare effetti negativi in termini di economicità ed efficienza dell'azione amministrativa;

vista la risoluzione n. 3, approvata all'unanimità dalla Sesta Commissione permanente nella seduta del 16 luglio 2019, con la quale si impegna l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale a:
- valutare, nel più breve tempo possibile, l'opportunità di impartire indirizzi, conformi alla volontà espressa dal Consiglio regionale e coerenti con la normativa vigente, finalizzati a salvaguardare i 38 operatori socio-sanitari inseriti nelle graduatorie approvate dal 1° gennaio 2010 al 31 dicembre 2013 che attualmente prestano servizio (a tempo determinato o con contratti di lavoro flessibile) presso le aziende sanitarie sarde e coloro che, pur non prestando più servizio, erano inseriti nelle predette graduatorie;
- vigilare affinché le aziende sanitarie si conformino, in maniera uniforme, ai predetti indirizzi e individuino le soluzioni organizzative più adeguate per coprire il fabbisogno delle strutture ospedaliere, procedendo allo scorrimento delle ulteriori graduatorie;
- effettuare un monitoraggio relativo ai contratti di lavoro diversi da quelli a tempo indeterminato (compresi quelli di somministrazione) stipulati dalle aziende sanitarie sarde;

rilevato che:
- alla data odierna i summenzionati indirizzi parrebbero non essere stati impartiti;
- tali graduatorie avranno validità sino al 30 settembre 2019,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se sia stata data attuazione alla risoluzione n. 3, approvata all'unanimità dalla Sesta Commissione permanente nella seduta del 16 luglio 2019.

Cagliari, 3 settembre 2019