CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 141/A

LI GIOI, con richiesta di risposta scritta, sulla necessità di sbloccare le opere di mitigazione del rischio idraulico nel territorio comunale di Olbia.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il decreto legge n. 133 del 12 settembre 2014, recante "Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l'emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive", convertito con modificazioni dalla legge n. 164 dell'11 novembre 2014 e, in particolare, l'articolo 7, comma 2, stabilisce che, a partire dalla programmazione 2015, le risorse destinate al finanziamento degli interventi in materia di mitigazione del rischio idrogeologico devono essere utilizzate tramite accordo di programma sottoscritto dalla Regione interessata e dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e che l'attuazione degli interventi è assicurata dal Presidente della Regione in qualità di Commissario di Governo contro il dissesto idrogeologico con i compiti, le modalità, la contabilità speciale e i poteri di cui all'articolo 10 del decreto legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116;
- in data 4 novembre 2015 è stato sottoscritto l'Accordo di programma tra la Presidenza del Consiglio dei ministri, il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e la Regione per l'utilizzo delle risorse destinate al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico individuati con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 15 settembre 2015 (articolo 7, comma 2, del decreto legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito con modificazioni dalla legge 11 novembre 2014, n. 164) col quale è stata destinata la somma di 25.300.000 euro a favore dell'intervento denominato 20IR007/G4 - Opere di mitigazione del rischio idraulico nel territorio comunale di Olbia. Vasche. Lotto I;
- in data 29 gennaio 2019 è stato stipulato l'atto integrativo all'Accordo di programma per ulteriori 98 milioni di euro per la Regione di fondi FSC di competenza del Ministero dell'ambiente, destinati al completamento del quadro degli interventi di mitigazione del rischio idraulico nella città di Olbia da eventi meteorologici eccezionali, così ripartiti:
- 21 milioni destinati alle opere di mitigazione del rischio idraulico nel territorio comunale di Olbia, Rio San Nicola, lotto 2;
- 19,5 milioni per opere di mitigazione del rischio idraulico nel territorio comunale di Olbia, Rio Gadduresu, lotto 3;
- 59,5 milioni per opere di mitigazione del rischio idraulico nel territorio comunale di Olbia, Rio Seligheddu, lotto 4;

considerato che:
- ammonta a euro 123.300.000 l'importo complessivo delle risorse finanziarie gestite tramite contabilità speciale per l'attuazione degli interventi previsti nell'Accordo di Programma del 4 novembre 2015 e nel I Atto integrativo del 29 gennaio 2019, di cui euro 50.068.000 di fondi statali ed euro 73.232.000 di fondi regionali, nell'ambito del Patto per lo sviluppo della Regione Sardegna - FSC 2014-2020 Area tematica 2 Ambiente - Tema prioritario 2.5 Cambiamento climatico, prevenzione e gestione dei rischi ambientali Linea d'azione 2.5.1 "Interventi strutturali di mitigazione del rischio idrogeologico";
- secondo quanto risulta in merito allo stato delle entrate alla data del 31 dicembre 2018, Contabilità speciale 6007 "comm gov risc idrog Sardegna", la Regione ha riscosso somme pari a euro 32.645.000 sul Programma di spesa afferente all'Accordo di programma del 4 novembre 2015;
- risulta quindi un residuo pari a euro 90.655.000,01 da riscuotere da parte della Regione per gli interventi da rendicontare nell'ambito dell'Accordo di programma e dell'Atto integrativo;
- dal 2016 in poi risultano essere stati affidati e liquidati i servizi di progettazione, ma non vi è chiarezza in merito allo stato delle opere già realizzate e riguardo alla progettazione di quelle da realizzarsi;
- le opere previste negli interventi ricompresi nell'Accordo di programma del 4 novembre 2015 e nell'Atto integrativo sono da ritenersi urgenti e indifferibili in quanto finalizzati alla riduzione del rischio idrogeologico ed alla salvaguardia dell'incolumità pubblica, risulta pertanto necessario adottare tutti i provvedimenti utili al fine di pervenire senza alcun ulteriore ritardo all'avvio dei lavori,

chiede di interrogare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale dei lavori pubblici e l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente affinché relazionino su:
1) quale sia il quadro finanziario e procedurale degli interventi realizzati e da realizzarsi nell'ambito dell'Accordo di programma per l'utilizzo delle risorse destinate al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico individuati con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 15 settembre 2015 (art. 7, comma 2, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito con modificazioni dalla legge 11 novembre 2014, n. 164);
2) quali siano le azioni condivise attuate dall'Amministrazione regionale al fine di dare garanzie della messa in campo tempestiva degli interventi di cui al Protocollo sopra citato e già attualmente sottoposti alla procedura di VIA, giacché ingenti somme sono state liquidate per la sua progettazione fin dal 2016.

Cagliari, 13 settembre 2019