CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 150/A

AGUS - CUCCU - GANAU - ZEDDA Massimo - CADDEO - LOI - ORRÙ - PIU - SATTA Gian Franco - DERIU - CORRIAS - STARA - FANCELLO - COMANDINI - LAI, con richiesta di risposta scritta, sui ritardi nella conclusione del bando di concorso per l'assunzione a tempo indeterminato di 89 funzionari amministrativi di categoria D pubblicato da ASPAL il 20 luglio 2018.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- il 20 luglio 2018 è stato pubblicato dall'agenzia regionale ASPAL il bando di concorso, per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di 89 funzionari amministrativi di categoria D, livello economico iniziale D 1;
- il bando prevede il superamento di una prova scritta e di un colloquio interdisciplinare e, nel caso di elevato numero di domande di partecipazione tale da pregiudicare un rapido svolgimento delle procedure selettive, di una prova preselettiva consistente in una serie di 60 quesiti a risposta multipla ed a correzione informatizzata;
- saranno dichiarati idonei i candidati che abbiano riportato nella prova scritta e nel colloquio interdisciplinare il punteggio minimo fissato in 21/35, e per i quali sia stata verificata con esito positivo la conoscenza dell'informatica e della lingua inglese;
- alla prova scritta è ammesso un numero di candidati pari a 10 volte il numero di posti messi a concorso;
- i termini di presentazione delle domande di partecipazione alla selezione sono scaduti il 1° ottobre 2018;
- tra il 17 e il 18 dicembre 2018 si sono svolte le prove preselettive alle quali hanno partecipato circa 3.800 candidati;
- gli esiti di tali prove preselettive, pubblicati il 19 dicembre, hanno stabilito per 895 partecipanti l'ammissione alla successiva prova scritta;
- la prova scritta si è svolta il 4 marzo 2019;

constatato che:
- a tutt'oggi non sono stati pubblicati gli esiti delle prove scritte del concorso;
- i ritardi riscontrati nel proseguo delle prove concorsuali fanno emergere preoccupazioni diffuse tra i concorrenti sull'effettiva volontà della nuova Giunta regionale nel voler portare a compimento la procedura di reclutamento avviata dall'ASPAL nel luglio 2018;

considerato inoltre che:
- l'attivazione di nuovi strumenti e provvedimenti statali nel campo delle politiche attive sul lavoro comporterà nel prossimo futuro un aumento notevole dei carichi di lavoro in capo ai Centri per l'impiego (CPI);
- con la legge 30 dicembre 2018, n. 145, concernente "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021" e con il decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante "Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni", sono state stanziate ingenti risorse statali per l'assunzione, a partire dal 2019, di personale dei CPI fino a complessive 11.600 unità su scala nazionale;
- nell'Intesa raggiunta in Conferenza Stato-Regioni sono stati stabiliti i criteri di riparto delle prime 4.000 unità di personale (ai sensi dell' articolo 1, comma 258, della L.145/2018) previste nel 2019 per il rafforzamento dei CPI;
- con decreto del Ministero del lavoro 28 giugno 2019, n. 76 è stato approvato il "Piano straordinario di potenziamento dei centri per l'impiego e delle politiche attive del lavoro " previsto nel decreto legge n. 4 del 2019;
- nel Piano è stato stabilito il riparto di risorse e personale per il rafforzamento dei CPI di tutta Italia, prevedendo per la Sardegna risorse pari a 9,6 milioni di euro finalizzate all'assunzione di 82 unità di personale;

evidenziato che:
- già cinque regioni hanno pubblicato nel corso del 2019 procedure per l'avvio del potenziamento dei Centri per l'impiego regionali previsto con gli interventi statali, prevedendo nei diversi bandi per l'assunzione a tempo indeterminato del personale a selezione di funzionari esperti di mercato del lavoro;
- i requisiti richiesti ai candidati e le modalità di selezione dei partecipanti fanno si che il procedimento di selezione di personale avviato il 20 luglio 2018 dall'agenzia regionale ASPAL possa essere, in linea generale, utilizzabile per il reclutamento di personale con profilo professionale adatto al potenziamento dei CPI;
- il concorso attivato da ASPAL nel 2018 è attualmente uno strumento idoneo a consentire, in breve tempo e senza ulteriore spendita di risorse pubbliche, l'immediata disponibilità di un ampio contingente di candidati idonei al potenziamento dei CPI,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, per conoscere:
1) entro quando saranno concluse le procedure di selezione del personale attivate col bando di concorso per l'assunzione a tempo indeterminato di 89 funzionari amministrativi di categoria D, livello economico iniziale D1, pubblicato dall'Agenzia regionale ASPAL il 20 luglio 2018;
2) quali siano le volontà della Giunta regionale sull'ipotesi di utilizzare la procedura concorsuale attivata da ASPAL il 20 luglio 2018 ai fini del reclutamento di personale a tempo indeterminato per il potenziamento dei Centri per l'impiego previsto e finanziato con gli interventi statali di cui alla legge n. 145 del 2018 e al decreto legge n. 4 del 2019.

Cagliari, 24 settembre 2019