CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 154/A

SALARIS - COSSA - MARRAS - SATTA Giovanni Antonio, con richiesta di risposta scritta, sul sistema di emergenza territoriale 118.

***************

I sottoscritti,

premesso che in Sardegna il sistema di emergenza territoriale 118 è coordinato dall'azienda AREUS che, per poter garantire la copertura di mezzi di base, si avvale della collaborazione di associazioni di volontariato e cooperative sociali;

considerato che l'AREUS, con deliberazione del direttore generale n. 58 del 26 settembre 2018, ha istituito un gruppo di lavoro (in previsione della Consulta del soccorso riconosciuta nell'atto aziendale) composto da tutti i rappresentati degli enti del terzo settore convenzionati, allo scopo, tra gli altri, di costituire un ambito permanente di incontro, di reciproca conoscenza e comune arricchimento;

constatato che nel mese di dicembre 2018 il gruppo di lavoro ha perfezionato con l'AREUS una convenzione ponte con decorrenza 1° gennaio 2019-31 dicembre 2019, al fine di poter intraprendere i lavori svolti ad oggi, definire una convenzione a regime di rendicontazione, che riconoscesse i principi della riforma del terzo settore e i costi effettivamente sostenuti dagli operatori per il servizio;

tenuto conto che, in data 15 luglio scorso, durante un incontro con i rappresentanti delle cooperative sociali e le associazioni di volontariato, l'Assessore dell'Igiene e Sanità ha assunto l'impegno di riattivare e rendere permanente il tavolo tecnico con l'AREUS al fine di condividere un percorso che porti alla nuova convenzione entro dicembre per offrire un servizio sempre più qualificato;

appurato che ad oggi il gruppo di lavoro, nonostante l'AREUS abbia convocato diverse riunioni, non è riuscito a iniziare la stesura della nuova convenzione;

ritenuto che se il tavolo non dovesse essere convocato al più presto, non ci saranno i tempi per adottare un nuovo schema di convenzione entro la data ultima del 31 dicembre 2019;

appreso che lo scorso 9 settembre i rappresentanti delle cooperative sociali nord e sud Sardegna hanno scritto all'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, al direttore generale dell'AREUS e al Presidente della Regione per chiedere l'immediata riapertura del tavolo di lavoro per la stesura della convenzione, minacciando anche la possibilità di manifestazioni di protesta e blocco del servizio;

evidenziato che le cooperative convenzionate nel sistema 118 sono 36 e coprono circa 41 postazioni in orario H24, garantendo oltre 1.000 ore giornaliere di servizio a fronte di 2.800 totali (dati del 2018) impegnando circa 400 soci dipendenti,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza di quanto esposto;
2) se non ritengano di dover immediatamente intervenire perché si possa pervenire, entro il termine stabilito del 31 dicembre 2019, alla stesura della convenzione a rendicontazione nel rispetto della normativa del codice del terzo settore e nel rispetto degli operatori impiegati, che quotidianamente operano al servizio dei cittadini e che attendono il dovuto riconoscimento economico e contrattuale;
3) quali siano i motivi che hanno finora impedito l'avvio delle procedure per la redazione della nuova convenzione, senza la quale il livello della gestione dell'emergenza territoriale in Sardegna potrebbe precipitare.

Cagliari, 26 settembre 2019