CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 163/A

CUCCU, con richiesta di risposta scritta, sulla sospensione "temporanea" dell'attività dei ricoveri ordinari presso la Unità operativa di Ostetricia e ginecologia del Presidio ospedaliero di Tempio Pausania "Paolo Dettori".

***************

La sottoscritta,

premesso che:
- a decorrere dal 19 aprile 2018, stante la carenza di personale medico, la ATS-ASSL di Olbia ha dovuto sospendere temporaneamente l'attività dei ricoveri ordinari presso la Unità operativa di Ostetricia e ginecologia del Presidio ospedaliero di Tempio Pausania "Paolo Dettori", a causa dell'impossibilità di garantire gli standard organizzativi così come previsti dall'accordo Stato-regioni del 16 ottobre 2010 e dal decreto ministeriale 11 novembre 2015 sul mantenimento in attività dei punti nascita con volumi di attività inferiori ai 500 parti annui in aree disagiate ed insulari;
- dei sette medici (compreso il primario) in servizio presso il citato reparto, infatti, quattro  risultavano assenti per varie cause;
- nonostante la drastica diminuzione di personale sanitario sono rimaste garantite la gestione delle urgenze H24 del pronto soccorso e tutta l'attività ambulatoriale;
- al 118 di Sassari, contemporaneamente, è stato richiesto di inviare le urgenze ostetriche e ginecologiche verso il Presidio ospedaliero di Olbia fino a nuova comunicazione;
- tale situazione di emergenza era stata già rappresentata al Direttore della ASSL di Olbia in data 26 marzo 2018 con richiesta di intervenire con cortese sollecitudine allo scopo di ricreare una equipe che potesse garantire almeno i livelli minimi assistenziali e la sicurezza nel posto di lavoro;

viste:
- la determinazione del Direttore ASSL Olbia n. 1654 del 27 aprile 2018 con la quale, preso atto della summenzionata sospensione, è stata approvata la procedura "Accoglienza e trasferimento di pazienti della U.O.C. di Ginecologia e Ostetricia dal P.O. di Tempio a quello di Olbia", che formalizza apposite modalità operative, già in atto a decorrere dal 19 aprile 2018, atte a consentire il trasferimento protetto delle pazienti che necessitano di ricovero in Unità di Ginecologia e ostetricia di I livello, classificate come trasferibili dal Presidio ospedaliero di Tempio al Presidio ospedaliero di Olbia;
- la determinazione del Direttore della Struttura complessa Ricerca e selezione delle risorse umane n. 3611 del 4 maggio 2018 di conferimento, previa stipula del contratto individuale di lavoro, di un incarico a tempo determinato (12 mesi) di dirigente medico nella disciplina di Ostetricia e ginecologia;

dato atto che:
- alla data del 20 maggio 2018 la situazione di emergenza appariva rientrata nella normalità con sette medici presenti (compreso il Direttore) a fronte di otto unità assegnate alla struttura, come da riscontro di ATS ad istanza di accesso agli atti presentata dal Sindaco di Tempio Pausania;
- alla data del 31 maggio 2018 risultavano presenti in servizio sei medici oltre al responsabile del servizio, come da relazione della Polizia locale del Comune di Tempio Pausania;
- da tale periodo le assenze del personale medico in forza alla Unità operativa di Ostetricia e ginecologia risultano essere fisiologiche;
- nonostante ciò permane a tutt'oggi la sospensione delle attività di ricovero, la chiusura del blocco parto e della sala operatoria;

rilevato che:
- la Unità operativa di ostetricia e Ginecologia del Presidio ospedaliero di Tempio Pausania "Paolo Dettori" è un importante punto di riferimento per le donne del territorio comprendente nove comuni distribuiti nel distretto sanitario di Tempio (Aggius, Aglientu, Badesi, Bortigiadas, Calangianus, Luogosanto, Luras, Tempio Pausania, Trinità d'Agultu e Vignola);
- il punto nascite del reparto è stato interamente ristrutturato, vanta una vasca per il parto in acqua e sale travaglio nuove ed accoglienti,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza della problematica su esposta;
2) i motivi che a tutt'oggi non hanno consentito la revoca del provvedimento di sospensione temporanea  dell'attività dei ricoveri ordinari presso la Unità operativa di Ostetricia e ginecologia del Presidio ospedaliero di Tempio Pausania "Paolo Dettori";
3) se non ritengano necessario ed urgente il ripristino dello status quo ante.

Cagliari, 7 ottobre 2019