CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 21/A

MELONI - COMANDINI - CORRIAS - DERIU - GANAU - MORICONI - PIANO - PISCEDDA, con richiesta di risposta scritta, sui ritardi nell'avanzamento del cantiere relativo ai lavori di ripristino della viabilità sulla strada provinciale n. 38 Olbia-Tempio, danneggiata a seguito degli eventi alluvionali del novembre 2013.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- come noto, a seguito degli eventi alluvionali del novembre 2013, la strada provinciale n. 38 che collega Olbia con Tempio è stata gravemente danneggiata in particolare nella località di Monte Pinu, dove, a causa del cedimento dei rilevati stradali, sono state registrate purtroppo anche tre vittime;
- per la realizzazione degli interventi di ripristino della viabilità sulla strada provinciale n. 38 sono stati stanziati circa 10,5 milioni di euro e l'ANAS è stata designata quale soggetto attuatore;
- a seguito della gara d'appalto, alla quale si è giunti già con un grave ritardo causato prevalentemente da un sequestro effettuato dalla magistratura penale, che ha interessato il tratto di strada de quo, la realizzazione dei relativi interventi è stata aggiudicata ad una impresa sarda. La consegna del cantiere, con contestuale inizio dei lavori, è intervenuta nel maggio 2018;
- in un primo momento i lavori sono andati avanti speditamente e ciò lasciava ben sperare circa l'apertura della strada alla fine dall'estate 2019, come peraltro previsto dal cronoprogramma;
- tuttavia, dalle notizie acquisite dagli scriventi e anche a seguito di una verifica effettuata nei pressi del cantiere, parrebbe che la situazione attraversi una fase di stallo, infatti, a qualche mese dalla data prevista per l'ultimazione dei lavori, le opere ancora da realizzare appaiono numerose e complesse, tanto da indurre gli scriventi a ritenere che la scadenza quasi certamente non verrà rispettata;

considerato che le comunità interessate, e in generale tutti gli utenti di quella importante strada, attendono da quasi sei anni il ripristino di un'arteria fondamentale per i collegamenti tra alta e bassa Gallura;

ritenuto che un ulteriore ritardo nell'apertura al traffico della strada renderebbe la situazione ancor più grottesca e inaccettabile,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei lavori pubblici per sapere se siano a conoscenza dei ritardi paventati e se, nel caso, non ritengano necessario intraprendere con urgenza, per quanto di loro competenza, qualsiasi azione volta ad evitare ulteriori ritardi e ad attenuare i disagi patiti dagli utenti della strada provinciale n. 38 Olbia-Tempio.

Cagliari, 28 maggio 2019