CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 249/A

DERIU - PISCEDDA - CORRIAS - COMANDINI - PIANO - MELONI - GANAU - MORICONI sull'istituzione dell'imposta regionale di sbarco.

***************

I sottoscritti,

premesso che, in data 4 aprile 2019, è stata depositata presso il Consiglio regionale della Sardegna la proposta di legge (Peru e più) dal titolo "Istituzione dell'imposta regionale di sbarco";

considerato che la proposta di legge in premessa dispone di introdurre e regolare in maniera omogenea su tutto il territorio regionale un contributo economico richiesto ai soggetti che soggiornano sull'Isola a fini turistici, a prescindere dalla natura della struttura recettiva scelta durante la permanenza;

tenuto conto che con l'istituzione della proposta in premessa chiunque volesse soggiornare in Sardegna, per fini turistici, sarebbe costretto ad un esborso di denaro notevole, che risulterebbe essere il più alto tra le regioni in Italia;

la compagnia aerea Ryanair, dopo l'aumento nel Regno Unito delle tasse di atterraggio di una sterlina, ha deciso di ridurre il numero dei voli da Stansted del 30 per cento, segnalando come le elevate tasse di soggiorno ed aeroportuali danneggino il turismo di Londra e del Regno unito, e l'economia britannica in generale,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e la Giunta regionale, per sapere:
1) quale sia il loro orientamento in merito all'istituzione dell'imposta regionale di sbarco;
2) se abbiano condotto degli approfondimenti utili a comprovare la necessità dell'istituzione dell'imposta regionale di sbarco, o, ove istituita, le sue conseguenze sugli arrivi nell'Isola, e se intendano relazionare il Consiglio regionale in merito, anche tramite la competente Commissione permanente.

Cagliari, 18 dicembre 2019