CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 251/A

LOI - AGUS - CADDEO - ORRÙ - PIU - SATTA Gian Franco - STARA - ZEDDA Massimo, con richiesta di risposta scritta, sui presunti sversamenti di fanghi fognari nel Comune di Magomadas.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- nelle ultime ore e giornate si è appresa dagli organi di stampa e dai social network la notizia di presunti sversamenti di fanghi fognari in agro del Comune di Magomadas;
- le cronache e i video metterebbero in evidenza che tali rifiuti speciali provengano anche da altre regioni italiane via mare per il tramite dei porti di Olbia e Cagliari;
- con deliberazione della Giunta regionale n. 16/25 del 28 marzo 2017 si autorizza l'installazione di un impianto di conferimento e smaltimento tramite pirogassificazione ed essiccamento di rifiuti speciali non pericolosi in Comune di Magomadas;
- tra i rifiuti speciali risultano trattati i rifiuti organici (CER 20 01 08 e CER 20 02 01) e fanghi di depurazione (CER 19 08 12, CER 19 09 02 e CER 19 08 05) provenienti da impianti di depurazione delle acque reflue civili;
- la quantità annua di materiale da recuperare è definita in 80.000 tonnellate per i fanghi da essiccare (circa 223 giornate lavorative all'anno);
- dalle notizie emerge che i presunti fanghi da discarica vengono trasportati in piena campagna ed interrati in fosse;

considerato che:
- numerosi sono i solleciti e le lamentele delle comunità locali per le esalazioni insopportabili che provengono dall'area;
- la notizia ha generato allarme nelle popolazioni residenti e non solo per eventuali rischi alla salute dei cittadini,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente per sapere:
1) se sia a conoscenza della situazione denunciata dai mass media;
2) se le quantità effettivamente conferite a discarica rispettino quelle definite nella deliberazione della Giunta regionale n. 16/25 del 28 marzo 2017;
3) se non ritenga necessario avviare indagini urgenti per comprendere meglio la natura e la veridicità delle notizie;
4) quali azioni di vigilanza intenda attivare per la tutela dell'ambiente e la sicurezza delle comunità locali e del territorio più in generale affinché si verifichi che le modalità di smaltimento dei rifiuti sia effettuata in conformità alle normative vigenti e in modo tale da non recare danni alla popolazione e all'ambiente circostante.

Cagliari, 18 dicembre 2019