CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 263/A

CUCCU, con richiesta di risposta scritta, sulla fornitura degli ausili per incontinenza.

***************

La sottoscritta,

premesso che:
- con determinazione dirigenziale ATS Sardegna n. 2763 del 4 aprile 2019 è stata disposta l'adesione alla convenzione SardegnaCAT per la fornitura di ausili (panni e traverse) per incontinenza, articolata nei seguenti tre lotti funzionali:
1) ausili per incontinenza per adulti e bambini con consegna territoriale;
2) ausili per incontinenza per adulti con consegna ospedaliera;
3) ausili per incontinenza per bambini con consegna ospedaliera;
- il nuovo regime di fornitura degli ausili per incontinenti ad assorbenza prevede, a decorrere dal mese di novembre, la consegna degli stessi direttamente al domicilio indicato dal paziente, con cadenza trimestrale, e non più nelle farmacie o negozi convenzionati come avveniva in passato;

dato atto che:
- i pazienti non sono stati informati sulle modifiche del servizio (lo hanno appreso dalle farmacie o dagli uffici ASSL);
- la consegna a domicilio è iniziata con grave ritardo (con incremento dei costi a carico dei pazienti che hanno dovuto fronteggiare l'emergenza);
- i panni e le traverse forniti agli aventi diritto, persone con disabilità e anziani non autosufficienti, si sono rivelati di qualità molto scadente rispetto ai precedenti ausili (costringono a cambi più frequenti e sottopongono i pazienti a rischio di piaghe e infezioni);
- il numero verde al quale rivolgersi per informazioni parrebbe non sempre attivo;

rilevato che la fornitura dei presidi in oggetto è garantita dal Sistema sanitario, quale assistenza protesica e integrativa, inclusa nei livelli essenziali di assistenza (LEA);

ritenuto necessario e urgente porre rimedio quanto prima ai disagi arrecati agli utenti, nel rispetto della sofferenza e della dignità,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano state eseguite le necessarie verifiche;
2) quali correttivi intendano porre in essere per continuare a garantire un servizio efficiente.

Cagliari, 30 dicembre 2019