CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 52/A

LAI - COCCO, con richiesta di risposta scritta, sulle gravi criticità venutasi a creare a seguito della sospensione del servizio prelievi al poliambulatorio di Sadali.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- è attivo presso il poliambulatorio di Sadali il centro prelievi, fruito dai cittadini provenienti da tutta la Barbagia;
- il centro è gravato da una cronica e grave carenza di personale medico e infermieristico che attualmente incide negativamente in modo particolare sulle attività di cardiologia, oculistica e centro prelievi;

rilevato che:
- a seguito dell'assenza per gravi motivi di salute dell'unica infermiera addetta ai prelievi, il servizio è stato sospeso "sine die" da oltre una settimana;
- il presidio più vicino a cui gli utenti possono rivolgersi è a Isili, creando dei forti disagi (ed oneri) agli utenti e portando ad inevitabili tempi di allungamento dei risultati di laboratorio per via di un probabile intasamento del Servizio, con disfunzioni che si ripercuoteranno su tutto il territorio;

considerato che l'attuale situazione è fonte di malessere tra le categorie interessate, in primis l'utenza che ha un bisogno disperato del servizio di cui trattasi,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza per sapere:
1) se siano a conoscenza della situazione descritta;
2) se e quali provvedimenti intendano assumere al fine di ripristinare il corretto e tempestivo svolgimento dell'attività di servizio;
3) se non ritengano opportuno mettere in campo azioni proporzionate alla gravità del momento, mirate a garantire la piena operatività del centro prelievi di Sadali, chiesto a gran voce dal territorio interessato ed attenuare conseguentemente le sofferenze dell'utenza.

Cagliari, 27 giugno 2019