CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 67/A

SATTA Gian Franco - AGUS - ZEDDA Massimo - CADDEO - LOI - ORRU' - PIU - STARA, con richiesta di risposta scritta, in merito all'attivazione di tirocini extra curriculari di inserimento e reinserimento lavorativo di età inferiore ai diciotto anni, nell'ambito dei quali ASPAL svolge funzioni di soggetto promotore.

***************

I sottoscritti,

considerato che:
- la Regione autonoma della Sardegna promuove il tirocinio formativo quale misura di politica attiva, finalizzata a creare un contatto diretto tra un soggetto ospitante e un tirocinante allo scopo di favorire l'arricchimento del suo bagaglio di conoscenze, fargli acquisire competenze professionali e favorire l'inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro;
- i tirocini sono svolti da persone di età non inferiore ai sedici anni che hanno assolto l'obbligo di istruzione;

visto che l'attivazione e gestione dei tirocini in cui l'ASPAL svolge il ruolo di soggetto promotore è effettuata mediante la procedura on line (Sistema del lavoro e della formazione professionale "SIL") presente sul portale www.sardegnalavoro.it e secondo le disposizioni e indicazioni impartite dall'Accordo Stato regioni 25 maggio 2017, dalla Regione Sardegna con la deliberazione della Giunta regionale n. 34/7 del 3 luglio 2018;

considerato che per l'attivazione dei tirocini è utilizzabile solamente la procedura on line disponibile sul portale www.sardegnalavoro.it ;

tenuto conto che la piattaforma regionale non consente di caricare i tirocinanti che non abbiano compiuto i 18 anni, nonostante il regolamento all'articolo 4, comma 1 preveda esplicitamente la possibilità di poter accedere alla misura anche per i minorenni che abbiano compiuto il 16 anno di età;

considerato che le richieste sono concentrate principalmente nella stagione estiva e per tale motivo, allo stato attuale, si sta pregiudicando la possibilità di attivazione di numerosi tirocini,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per sapere se gli Assessorati e gli uffici regionali competenti siano a conoscenza del problema in oggetto e se non ritengano necessario un pronto ed immediato intervento per la risoluzione della problematica.

Cagliari, 4 luglio 2019