CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 79/A

LI GIOI, con richiesta di risposta scritta, sulla situazione in cui si trovano ad operare gli operatori nautici del Porto turistico comunale di Palau.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il Comune di Palau è concessionario del porto turistico fino al 31 dicembre 2020 in virtù della determinazione n. 1933/35316 del 22 settembre 2011 rilasciata dall'Assessorato regionale degli enti locali, finanze ed urbanistica;
- il Comune di Palau, con la deliberazione del consiglio comunale n. 7 del 4 aprile 2019, ha approvato il nuovo "Regolamento per la gestione del Porto turistico di Palau";
- nel Porto turistico di Palau operano 23 aziende di noleggio e locazione di unità di diporto, che impegnano oltre 100 lavoratori;

considerato che:
- fino alla scorsa stagione estiva, al fine di consentire lo svolgimento dell'attività commerciale di tipo turistico-ricreativo, gli operatori nautici potevano installare una struttura precaria ed amovibile nelle aree in concessione, struttura avente carattere stagionale e soggetta al pagamento di un canone;
- l'articolo 18 del regolamento approvato in data 4 aprile 2019 vieta l'installazione di qualsivoglia struttura per l'esercizio dell'attività di noleggio e prescrive che "le operazioni inerenti i contatti con i fruitori dei servizi offerti dovranno svolgersi esclusivamente nella propria imbarcazione";
- gli organi di stampa hanno già riportato le condizioni in cui gli operatori nautici si trovano ad operare e le lamentele dei turisti interessati al noleggio delle imbarcazioni che sono costretti a sottoscrivere i contratti di noleggio senza poter usufruire di qualsivoglia riparo dal sole;
- inoltre, l'articolo 19 del predetto regolamento ha introdotto, a partire dal 2020, la limitazione di massimo 6 posti barca per azienda destinati al noleggio/locazione;
- gli operatori nautici, che in questi anni hanno fatto ingenti investimenti per l'acquisto di natanti da adibire a noleggio secondo i posti barca che erano stati concessi, dal prossimo anno vedranno drasticamente ridotte le loro capacità operative non potendo accedere ad ulteriori posti barca a tariffa piena;

ritenuto che il regolamento recentemente approvato dal Comune di Palau blocchi di fatto l'attività delle 23 aziende che da decenni lavorano nel turismo nautico mettendo a rischio oltre 100 posti di lavoro, bloccando ingenti investimenti e interrompendo i servizi che hanno reso Palau un paese vivo e non solo un ponte per l'Isola di La Maddalena,

chiede di interrogare l'Assessore regionale degli enti locali, finanza e urbanistica per sapere:
1) se sia a conoscenza delle criticità esposte;
2) quali atti o misure intenda attivare per salvaguardare i posti di lavoro fino ad oggi garantiti dagli operatori nautici nel Porto turistico del Comune di Palau.

Cagliari, 15 luglio 2019