CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 87/A

SATTA Gian Franco - CADDEO - STARA - AGUS - PIU, con richiesta di risposta scritta, sullo stato di attuazione del piano di controllo e di prelievo della cornacchia grigia nel territorio regionale.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- con decreto n. 9/13321 del 14 giugno 2018 l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente decretava di approvare i piani di controllo e di prelievo della cornacchia grigia "Corvus corone comix" in Sardegna;
- le amministrazioni provinciali di Oristano, Nuoro e Sud Sardegna avrebbero dovuto attuare il piano di controllo;
- è stato affidato alle amministrazioni provinciali il compito di trasmettere una dettagliata relazione al Servizio tutela della natura e politiche forestali dell'Assessorato regionale della difesa dell'ambiente dettagliando il cronoprogramma delle attività e le modalità con cui viene attuato il piano;
- all'articolo 6 della legge regionale n. 23 del 1998, e successive modifiche ed integrazioni, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale è predisposto alla vigilanza di tutte le operazioni di cui sopra;
- la Provincia di Sassari tramite il proprio Servizio pianificazione e gestione della fauna igiene e profilassi ambientale ha trasmesso il piano di controllo con la calendarizzazione degli interventi di abbattimento;

preso atto che:
- l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente è a conoscenza dell'urgente problema;
- l'Assessore regionale della difesa dell'Ambiente avrebbe trasmesso una nota dove si invitavano le province e la città metropolitana di Cagliari ad adempiere ai propri compiti istituzionali nei piani pluriennali di controllo della cornacchia grigia nell'Isola, al fine di evitare responsabilità politiche o amministrative;

considerato che:
- continuano ad arrivare segnalazioni di inadempienza nell'attuazione dei piani di abbattimento delle cornacchie, con conseguenti ingenti danni in tutto il territorio regionale;
- la disponibilità manifestata dal Corpo forestale, nell'attuazione dei piani per il controllo delle popolazioni di fauna selvatica, è una concreta risposta alle criticità emerse e consente alle amministrazioni di proseguire l'attività in corso;

tenuto conto che i danni creati alle colture da attacchi dovuti alla cornacchia grigia pregiudicano la commercializzazione dei raccolti con conseguente mancato reddito per interi territori a vocazione ortiva,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente  e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere se:
1) intendano avviare immediatamente la verifica sullo stato di attuazione del Piano di controllo e di prelievo della cornacchia grigia "Corvus consce comix";
2) quali misure prevedano di attivare per una stima, e conseguente risarcimento, dei danni arrecati alle colture.

Cagliari, 17 luglio 2019