CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Mozione n. 10

LI GIOI - MANCA Desire’ Alma - CIUSA - FANCELLO - CUCCU - SOLINAS Alessandro in merito al blocco dei lavori della nuova strada statale n. 199-597 Sassari Olbia.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
- la strada Sassari-Olbia costituisce il principale collegamento trasversale interno tra la costa occidentale e quella orientale del Nord della Sardegna; essa risulta strategica per lo sviluppo e le prospettive di crescita dell'isola, considerato che collega due città importanti del nord della Sardegna, due porti (Olbia e Porto Torres) e due aeroporti (Olbia e Alghero);
- l'intervento, del costo complessivo di circa 1.108 M€, è interamente finanziato con risorse pubbliche (Fondo Strategico per il Paese, FSC Opere indifferibili, FSC Fondi Piano nazionale per il Sud e FSC 2014-2020 - PO Infrastrutture);
- l'ammodernamento dell'itinerario rientra tra le disposizioni urgenti di protezione civile per fronteggiare l'emergenza determinatasi nel settore del traffico e della mobilità nelle province di Sassari ed Olbia-Tempio e consiste in un adeguamento al tipo B (4 corsie) suddiviso in 10 lotti; a questi lotti si aggiunge l'intervento di adeguamento del Ponte sul Rio Padrongianus in territorio di Olbia sulla strada statale n. 125; l'intervento ha un sviluppo complessivo di circa 80 km;
- il Presidente del Consiglio dei Ministri, con ordinanza del n. 3869 del 23 aprile 2010, ha nominato il Presidente della Regione Sardegna Commissario delegato per l'emergenza determinatasi nel settore del traffico e della mobilità nelle province di Sassari ed Olbia Tempio, in relazione ai lavori di rifacimento e messa in sicurezza della strada statale Sassari-Olbia;
- con la stessa ordinanza l'Assessore regionale dei lavori pubblici è stato nominato quale soggetto attuatore vicario del Commissario delegato con compiti di verifica sull'operato ed il raggiungimento degli obiettivi dei soggetti attuatori, di predisposizione e proposta degli atti di competenza del Commissario delegato, nonché di predisposizione e attuazione di ulteriori misure necessarie a fronteggiare l'emergenza nel settore del traffico e della mobilità;
- il Commissario delegato, con ordinanza n. 1 del 22 settembre 2010, ha conferito all'ANAS l'incarico di soggetto attuatore della Sassari Olbia;
- il 6 marzo 2013 è stato sottoscritto il Contratto istituzionale di sviluppo (CIS) per la realizzazione dell'itinerario stradale Sassari-Olbia tra il Ministro per la coesione territoriale, il Ministro per le infrastrutture e i trasporti, il Presidente della Regione autonoma della Sardegna e l'Amministratore unico di ANAS Spa, soggetto attuatore degli interventi oggetto del contratto;
- il CIS ha l'obiettivo di assicurare il mantenimento di modalità operative accelerate, già poste in essere nel corso della gestione commissariale, atte a consentire la tempestiva messa in esercizio della importante e strategica opera, assicurando nel contempo la necessaria informazione ai cittadini sulla tempistica e lo stato di avanzamento dei lavori, nonché il corretto utilizzo delle risorse pubbliche ad esse destinate;
- essendo cessato il 31 dicembre 2012 il regime emergenziale, il Capo del Dipartimento della Protezione civile con ordinanza n. 56/2013 ha disposto il subentro dell'ANAS quale amministrazione pubblica competente, in regime ordinario, al coordinamento degli interventi;
- il Presidente della Regione in data 8 maggio 2014 ha attribuito all'Assessorato regionale dei lavori pubblici le attività poste in capo alla Regione;
- al 31 maggio 2018, ultimo monitoraggio disponibile, risultavano conclusi i lavori relativi ai lotti 1, 3, 7, 8, 9, 0 e all'adeguamento del ponte sul Rio Padrongianus, mentre i lavori del lotto 2 e 4 risultavano sospesi, quelli del lotto 5 mai avviati e quelli del lotto 6 con andamento a rilento;
- in data 26 aprile 2019, con una nota indirizzata al Presidente della Regione, all'Assessore della Programmazione, ai Consiglieri regionali Meloni, Cocciu, Satta, Satta, Biancareddu, Li Gioi e Giagoni, e ai Sindaci di Olbia, Loiri Porto San Paolo, Monti e Berchidda, il Sindaco di Oschiri ha denunciato la vergognosa e inaccettabile situazione in cui versano i lavori dei lotti 2, 4, 5 e 6 della Sassari-Olbia;

CONSIDERATO che:
- il lotto 4, del valore di oltre 81 milioni di euro, prevede la realizzazione di un nuovo tratto di 9,5 km, tra Oschiri e Berchidda, con il raddoppio della attuale sede stradale costituita dalla ex strada statale n. 597;
- i lavori relativi al lotto 4 sono fermi da circa un anno a seguito della risoluzione del contratto di appalto con la ditta aggiudicatrice, Grandi Lavori Fincosit Spa, ed ad oggi non si hanno notizie sui tempi di riavvio delle opere;

EVIDENZIATO che:
- la sospensione dei lavori ha comportato la concentrazione del traffico sulla vecchia carreggiata, per altro ridotta di lunghezza e in continuo ammaloramento;
- poiché per l'esecuzione dei lavori sono state rimosse le recinzioni dei lotti confinanti con la carreggiata, si verifica il continuo accesso alla strada di animali selvatici e d'allevamento con i conseguenti pericoli che ne derivano per la circolazione veicolare;

CONSIDERATO che i lavori del lotto 5 affidati, dopo le ben note vicende legate alla prima ditta aggiudicataria, all'impresa ICI Italiana costruzioni infrastrutture Spa sono stati avviati ad aprile 2018 e dopo un buon inizio, per quantità di lavori eseguiti, ad oggi sono praticamente del tutto fermi;

EVIDENZIATO che:
- sembrerebbe che il blocco dei lavori del lotto 5 sia da ricondursi al mancato o parziale pagamento dei lavori a una delle ditte esecutrici;
- per consentire i lavori del lotto 5 il traffico veicolare è stato dirottato sul vecchio tracciato della strada statale n. 199, abbandonato da 25 anni e già allora inadeguato, giustificando questa scelta con la diminuzione dei tempi di realizzazione dell'opera;

PRESO ATTO che anche i lavori dei lotti 2 e 6 registrano un fortissimo ritardo;

RITENUTO che:
- sia inaccettabile la situazione che si è venuta a creare in quanto c'è in gioco la sicurezza di quanti, per svariati motivi, percorrono ogni giorno la Sassari-Olbia;
- non siano ammissibili ulteriori ritardi per la conclusione dei lavori, soprattutto in considerazione dell'approssimarsi della stagione estiva e conseguentemente dell'aumento del traffico veicolare,

impegna il Presidente della Regione e la Giunta regionale

1) a voler acquisire tutte le informazioni circa il reale andamento dei lavori e le motivazioni che stanno impedendo l'esecuzione degli stessi secondo la tempistica prevista;
2) ad avviare senza ulteriore indugio ogni azione necessaria affinché i lavori della strada Sassari-Olbia si concludano con la massima sollecitudine e affinché sia al più presto garantita la sicurezza della circolazione sia dei cittadini che dei turisti, che usufruiscono di questa fondamentale arteria.

Cagliari, 3 maggio 2019