Mozione n. 121

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Mozione n. 121

SATTA Gian Franco – AGUS – LOI – ORRÙ – CADDEO – PIU – STARA – ZEDDA Massimo – COCCO – LAI – CORRIAS – PISCEDDA – MELONI – COMANDINI – GANAU – DERIU – MORICONI – PIANO per la conferma della Scuola di specializzazione di cardiologia della Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Sassari.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che il susseguirsi di fatti ed atti riscontrati negli ultimi tempi mostrano la chiara volontà della Regione autonoma della Sardegna di procedere con la chiusura della Scuola di specializzazione di cardiologia della Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Sassari.

PRESO ATTO che l’indirizzo strategico sopra esposto appare, anche di recente, confermato e ulteriormente rafforzato dalla deliberazione n. 913 del 21 novembre 2019 del Direttore generale f.f. dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Sassari avente ad oggetto “Modifica parziale deliberazione n. 556 del 10.10.2017 “Adozione Atto Aziendale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari aggiornato ai sensi della DGR RAS n. 42/3 del 11.09.2017”;

ACCERTATA la volontà di trasformare la natura della Struttura complessa di chirurgia vascolare (da direzione universitaria ad ospedaliera) e della Struttura complessa otorinolaringoiatria (da direzione ospedaliera a universitaria);

VISTO l’articolo 43 del decreto legislativo n. 368 del 1999 e successive modifiche ed integrazioni, che ha il compito di ridefinire, in attuazione del decreto legge n. 68 del 2015, gli standard minimi delle strutture delle scuole di specializzazione ai fini dell’accreditamento delle stesse, che stabilisce che “in particolare oggetto dell’accreditamento sono le strutture di sede della scuola di specializzazione, cioè le strutture a direzione universitaria, idonee e attrezzate per l’organizzazione e realizzazione di attività di formazione professionale”. Inoltre, stabilisce che nella struttura di sede della scuola (indipendentemente da strutture collegate) siano presenti: Degenza, Day Hospital, Ambulatori, Utic, Emodinamica e Elettrofisiologia, Laboratorio Ergometria, Laboratorio Monitoraggio Holter e Laboratorio Monitoraggio Pressorio;

CONSIDERATO che:
– la Scuola di specializzazione di cardiologia della Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Sassari svolge un ruolo vitale nel sistema dei servizi sanitari della Sardegna;
– la struttura rappresenta un esempio di organizzazione virtuosa capace, al contempo, di migliorare continuamente i propri servizi e allo stesso tempo formare specializzandi pronti ad essere immessi nel mercato del lavoro, in un momento dove i presidi del territorio risultano in debito di organico;
– pertanto, la chiusura o il ridimensionamento della scuola cagionerebbe un grave danno ad un territorio, quello del nord dell’Isola, già martoriato dal punto di vista dei servizi sanitari offerti ai propri cittadini;

RITENUTO che l’agire dell’amministrazione pubblica debba essere sempre improntato alla salvaguardia del diritto alla salute e alla costante ricerca della migliore soluzione per la tutela dell’interesse pubblico;

RISCONTRATO che nonostante le numerose manifestazioni di preoccupazione levatesi nel tempo, anche a mezzo stampa, il Presidente della Regione e l’Assessore competente non hanno mostrato la minima attenzione alla problematica,

impegna il Presidente della Regione, la Giunta regionale e l’Assessore regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale

a porre in essere, nel più breve tempo possibile, tutte le azioni necessarie per garantire la conferma e scongiurare la chiusura della scuola di specializzazione di cardiologia della Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Sassari.

Cagliari, 5 dicembre 2019

Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto
X