CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Mozione n. 51

MULA - SATTA Giovanni Antonio - LANCIONI - MAIELI - SATTA Giovanni - SCHIRRU - USAI - COSSA - SALARIS - MARRAS sulla necessità di modificare il comma 23 dell'articolo 6 della legge regionale 28 dicembre 2018, n. 48, e di destinare specifiche risorse finanziarie per la realizzazione dei progetti relativi all'Azione Bosco.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
- con le leggi regionali 11 maggio 2006, n. 4, 7 agosto 2009, n. 3, 15 marzo 2012, n. 6 e 23 maggio 2013, n. 12, sono stati finanziati i progetti finalizzati agli interventi di stabilizzazione relativi all'Azione 1 (Terre pubbliche) e all'Azione 2 (Bosco);
- si disponeva che i progetti venissero attuati dall'Amministrazione regionale tramite i soggetti esecutori titolari della progettazione al fine del recupero, della tutela e della valorizzazione dei territori oggetto di intervento;
- la procedura di approvazione dei progetti "Azione Bosco" prevedeva che il progetto presentato da un'azienda agricola o da una cooperativa venisse approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell'Assessorato regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, presa visione del verbale istruttorio di ammissione a finanziamento redatto dall'Agenzia regionale per il lavoro;
- nella stessa procedura, l'Assessorato regionale della difesa dell'ambiente veniva individuato quale soggetto attuatore, con il compito di procedere all'erogazione del finanziamento a favore del soggetto esecutore, solo dopo aver acquisito ogni autorizzazione, certificazione, nulla osta in materia urbanistica, ambientale, forestale e quant'altro necessario per l'avvio e la realizzazione delle opere e dei lavori previsti nel progetto;
- il soggetto attuatore aveva inoltre il compito di vigilare sulla realizzazione degli interventi, individuando le modalità più adeguate per verificare e certificare la regolare esecuzione dei lavori e/o formale collaudo;

CONSTATATO che:
- con la legge regionale n. 48 del 2018 (Legge di stabilità 2019) si è disposto che, per finanziare il programma integrato plurifondo per il lavoro denominato "LavoRas", vengano utilizzate le risorse pari ad euro 2.000.000 destinate, invece, all'attuazione dell'Azione Bosco;
- le modalità di utilizzo delle risorse sono state oggetto di un tavolo di coordinamento interassessoriale e interistituzionale che ha coinvolto l'Assessorato del Lavoro, in quanto titolare del Programma integrato plurifondo anzidetto, l'Agenzia Forestas per il supporto tecnico finalizzato alla verifica della qualità dei progetti in materia boschiva e le amministrazioni comunali i cui territori sono stati interessati dagli interventi attuati nell'ambito dell'Azione Bosco di cui alla legge regionale n. 4 del 2006;
- durante il tavolo di coordinamento sono stati definiti i criteri di ripartizione delle risorse tra i comuni e le modalità di affidamento dei progetti, che, in caso di affidamento indiretto, devono essere elaborati dal comune con il supporto tecnico fornito da Forestas e affidati a cooperative di tipo B o a cooperative forestali, il cui personale è individuato tramite selezioni effettuate dagli stessi comuni e dall'Aspal, che gestisce le graduatorie del personale disoccupato di ogni comune secondo parametri definiti dal programma LavoRas;

CONSIDERATO che:
- i progetti relativi all'Azione Bosco hanno finalità completamente diverse da quelle previste dal programma "LavoRas";
- sono state sottratte risorse finanziarie all'Azione Bosco, a favore di un programma differente sia nella forma che nella sostanza;
- è necessario, pertanto, garantire specifiche risorse finanziarie per la realizzazione dei progetti relativi all'Azione Bosco, che hanno rilevanti finalità tra cui, cura e recupero boschivo, tutela e valorizzazione del territorio, valorizzazione ambientale e approvvigionamento idrico, ripristino fasce frangifuoco, pulizia del sottobosco da piante erbacee e piccoli arbusti,

impegna il Presidente della Regione e la Giunta regionale

1) a modificare il comma 23 dell'articolo 6 della legge regionale n. 48 del 2018 e, di conseguenza, stralciare la parte in cui è stabilito che, al fine di finanziare il programma integrato plurifondo per il lavoro denominato "LavoRas", è individuata quale fonte di finanziamento il capitolo "Spese per l'attuazione dell'ex Azione Bosco" per un importo di euro 2.000.000;
2) a procedere, di conseguenza, al finanziamento dei progetti relativi all'Azione Bosco per euro 2.000.000 nell'annualità 2019 adottando la procedura di affidamento originaria, più snella ed immediata, che prevedeva un soggetto esecutore titolare della progettazione, azienda agricola o cooperativa, e un soggetto attuatore, l'Assessorato regionale della difesa dell'ambiente;
3) a prevedere nel prossimo bilancio di previsione regionale un finanziamento specifico per l'attuazione dei progetti relativi all'Azione Bosco.

Cagliari, 5 agosto 2019