CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

PROPOSTA DI LEGGE N. 264

presentata dai Consiglieri regionali
FORMA - COZZOLINO - COCCO Pietro - MORICONI - COLLU - COMANDINI - DERIU - LOTTO - MELONI - PINNA Rossella - SOLINAS Antonio - TENDAS - PERRA - CHERCHI Augusto - PITTALIS

il 12 ottobre 2015

Modifiche alla legge regionale 8 maggio 1985, n. 11 (Nuove norme per le provvidenze a favore dei nefropatici), abrogazione del comma 3 dell'articolo 18 della legge regionale 30 giugno 2011, n. 12
e istituzione della Giornata regionale del donatore di organi

***************

RELAZIONE DEI PROPONENTI

Il sistema regionale di assistenza ai trapiantati d'organo è regolato dalla legge regionale 8 maggio 1985, n. 11 (Nuove norme per le provvidenze a favore dei nefropatici), che introduce forme di sostegno economico limitatamente ai pazienti sottoposti al trattamento di emodialisi o a trapianto di rene.

La norma prevede diverse tipologie di aiuto economico che vanno dal riconoscimento di un assegno mensile al rimborso delle spese sostenute per sottoporsi al trattamento dialitico o all'eventuale trapianto come pure alle conseguenti visite mediche di controllo.

Al momento della sua adozione, tale legge forniva risposte adeguate ai bisogni dei pazienti di allora ma, a distanza di trent'anni, è sempre più evidente la necessità di adeguare lo strumento normativo ai progressi della medicina che negli ultimi decenni ha ampliato la gamma delle gravi patologie d'organo che trovano soluzione con il ricorso al trapianto.

Attualmente sono attivi nella nostra Regione il Centro trapianti di Sassari presso l'ospedale SS. Annunziata per il trapianto di rene e il Centro trapianti di Cagliari presso l'Azienda ospedaliera G. Brotzu per il trapianto di rene, fegato e pancreas e di cuore, con la favorevole conseguenza che il numero dei trapianti si è accresciuto, come pure si è allargata la base dei pazienti che avrebbero diritto a godere delle provvidenze attualmente previste esclusivamente per i nefropatici.

Questa proposta di legge, composta da 6 articoli, si pone l'obiettivo di sanare una situazione discriminatoria nei confronti di pazienti che vivono e affrontano medesime condizioni di disagio e di difficoltà.

L'articolo 1 estende le tutele previste dalla legge regionale n. 11 del 1985 a tutti i pazienti trapiantati senza distinzione d'organo.

L'articolo 2 demanda alla Giunta regionale, su proposta dell'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, sentita la Commissione competente, l'adozione dei provvedimenti necessari per rendere attuative tali disposizioni.

Con l'articolo 3 si istituisce la "Giornata regionale dei donatori di organi", intitolata al dottor Alessandro Ricchi e all'équipe medica che con lui ha perso la vita nell'incidente aereo del 24 febbraio 2004, finalizzata a sensibilizzare sull'esigenza della donazione di organi nonché a creare sinergie con le famiglie dei donatori.

L'articolo 4 abroga il comma 3 dell'articolo 18 della legge regionale 30 giugno 2011, n. 12 (Disposizioni nei vari settori di intervento), in quanto superato, di fatto, dal disposto dell'articolo 1.

Infine, l'articolo 5 dispone la copertura finanziaria e l'articolo 6 l'entrata in vigore della presente legge.

***************

TESTO DEL PROPONENTE

 

Art. 1
Estensione dei benefici previsti
dalla legge regionale n. 11 del 1985

1. I benefici di cui alla legge regionale 8 maggio 1985, n. 11 (Nuove norme per le provvidenze a favore dei nefropatici), e successive modifiche e integrazioni, sono estesi senza distinzione d'organo a tutti i cittadini trapiantati residenti in Sardegna.

 

Art. 2
Attuazione

1. Entro sessanta giorni dall'entrata in vigore della presente legge, con deliberazione della Giunta regionale, su proposta dell'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, acquisito il parere della Commissione competente, sono adottati i provvedimenti necessari per rendere attuative le disposizioni di cui all' articolo 1.

 

Art. 3
Istituzione
della "Giornata regionale dei donatori di organi"

1. Il giorno 24 febbraio, ricorrenza dell'anniversario della morte dell'equipe medica guidata dal dottor Alessandro Ricchi, è istituita la Giornata regionale dei donatori di organi.

2. Con decreto del Presidente della Regione, su proposta dell'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, sono stabiliti luogo e modalità di celebrazione della giornata.

 

Art. 4
Abrogazione alla legge regionale n. 12 del 2011

1. Il comma 3 dell'articolo 18 legge regionale 30 giugno 2011, n. 12 (Disposizioni nei vari settori di intervento), è abrogato.

 

Art. 5
Norma finanziaria

1. Nell'ambito delle risorse iscritte nel bilancio regionale destinate al finanziamento del Servizio sanitario regionale (UPB S05.01.001), a decorrere dall'anno 2016, una quota pari a euro 1 milione è annualmente destinata alla copertura degli oneri derivanti dalla presente legge.

 

Art. 6
Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione autonoma della Sardegna (BURAS).