CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 16/A

INTERPELLANZA ARBAU, sulle notevoli difficoltà con le quali le persone disabili e i loro familiari possono usufruire del servizio di trasporto marittimo sovvenzionato posto in essere dalla Cin-Tirrenia.

 ***************

Il sottoscritto,

premesso che i principi e le regole della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate), sono tese a favorire l'accesso delle persone con disabilità a norma del decreto ministeriale 14 giugno 1989, n. 236 (Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell'eliminazione delle barriere architettoniche);

considerato che la Cin-Tirrenia è soggetto sovvenzionato per svolgere il servizio di trasporto marittimo di persone e merci da e per la Sardegna;

sottolineato, pertanto, l'obbligo di legge di porre in essere le condizioni per un effettivo accesso delle persone con disabilità ai servizi in questione;

evidenziato che la Tirrenia garantisce le sistemazioni dei disabili in cabine interne (senza oblò), poco spaziose e quindi poco fruibili per famiglie che devono portare nel viaggio strumenti medici e, in generale, che rendono l'eliminazione delle barriere architettoniche solo formali;

ritenuto che appare necessario un intervento del Presidente della Regione e del competente Assessore regionale dei trasporti al fine di ordinare, nelle more di una auspicata risoluzione della convenzione "Tirrenia", alla compagnia che dovrebbe garantire il trasporto marittimo sovvenzionato da e per la Sardegna il rispetto sostanziale dei diritti delle persone disabili e delle proprie famiglie,

chiede di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti per sapere se:
a) sono a conoscenza delle notevoli difficoltà con le quali le persone disabili e i loro familiari usufruiscono del servizio di trasporto marittimo sovvenzionato posto in essere dalla Cin-Tirrenia;
b) intendono ordinare alla medesima, nelle more di una auspicata risoluzione della convenzione, il rispetto sostanziale dei diritti delle persone disabili e delle proprie famiglie.

Cagliari, 20 maggio 2014