CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 51/A

INTERPELLANZA PERU - PITTALIS - CAPPELLACCI - CHERCHI Oscar - LOCCI - RANDAZZO - FASOLINO - TEDDE - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra relativa alla situazione in cui versa il personale in mobilità dell'ex Consorzio agrario di Sassari ed al ritardo del suo inquadramento presso l'Agenzia regionale LAORE Sardegna.

 ***************

I sottoscritti,

premesso che:
- l'articolo 6, comma 4, della legge regionale 4 agosto 2011, n. 16, ha disposto che la Giunta regionale approvasse un piano di collocazione del personale dipendente dei consorzi agrari della Sardegna in liquidazione coatta amministrativa, già collocati in mobilità collettiva, presso l'Amministrazione regionale, gli enti di cui alla legge regionale n. 31 del 1998 e le agenzie, nel rispetto delle effettive necessità delle amministrazioni e delle relative dotazioni organiche e con oneri a carico dei rispettivi bilanci;
- con la delibera n. 46/41 del 21 novembre 2012, la Giunta regionale ha disposto che l'Agenzia LAORE predisponesse un piano per il collocamento del personale dipendente dei consorzi agrari, in attuazione del disposto dall'articolo 6, comma 4, della legge regionale n. 16 del 2011;

valutato che l'articolo 6, comma 5, della legge regionale n. 16 del 2011 stabilisce che la previsione sopra richiamata trovi applicazione nel rispetto dei limiti delle rispettive piante organiche e delle effettive necessità, con facoltà dell'Amministrazione, degli enti e delle agenzie di provvedere alla trasformazione senza aumento di spesa dei profili funzionali esistenti in altri occorrenti di pari o inferiore livello;

preso atto che:
- attualmente risultano in mobilità, dal 17 dicembre 2010, 11 unità lavorative del Consorzio agrario di Sassari;
- l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale all'epoca in carica ha avviato le procedure finalizzate all'attuazione delle disposizioni sopra richiamate della legge regionale n. 16 del 2011 a far data dal 26 luglio 2012, richiedendo a tutti gli enti e le agenzie regionali di manifestare la propria disponibilità ad inserire all'interno delle proprie piante organiche il personale in mobilità e di attestare il puntuale rispetto dei vincoli normativi individuati dall'articolo 6 della legge regionale n. 16 del 2011, che costituiscono presupposto imprescindibile per una eventuale collocazione del personale in mobilità all'interno delle proprie strutture;
- l'Agenzia LAORE Sardegna, con nota del 18 dicembre 2013, ha manifestato la disponibilità ad inquadrare nel proprio organico le unità lavorative del Consorzio agrario di Sassari, senza riconoscimento, a fini economici, dell'anzianità di servizio, e sino alla concorrenza dell'importo massimo disponibile;
- la Giunta regionale, con delibera n. 53/74 del 20 dicembre 2013, ha pertanto autorizzato l'Agenzia LAORE Sardegna ad inquadrare, all'interno della propria dotazione organica, il personale dipendente del Consorzio agrario di Sassari in mobilità dal 7 dicembre 2010 entro e non oltre il 31 dicembre 2013, scadenza poi aggiornata con delibera n. 1/37 del 17 gennaio 2014 al 31 marzo 2014;

considerato che:
- l'Agenzia LAORE Sardegna, con determinazione del direttore generale n. 30/2014 del 26 marzo 2014, trasmessa in pari data agli Assessori dell'agricoltura e riforma agro-pastorale, degli affari generali, personale e riforma della Regione, della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio, e al Consiglio regionale, con nota n. 0010880, ha dato seguito a quanto disposto dalla Giunta regionale, subordinando tuttavia i suddetti inquadramenti all'autorizzazione della copertura dei maggiori costi derivanti dalle nuove assunzioni con l'avanzo di amministrazione 2013;
- la suddetta determinazione risulta approvata dal 7 maggio 2014 e, pertanto, pienamente efficace;
- con delibera n. 20/7 del 3 giugno 2014, la Giunta regionale ha concesso il nulla osta all'esecutività della determinazione del direttore generale dell'Agenzia LAORE Sardegna n. 22/2014 del 26 febbraio 2014 avente ad oggetto "Variazione al bilancio di previsione 2014 e pluriennale 2014/2016. Riduzione contributo regionale", con la quale sono state quindi autorizzate anche le somme relative all'inquadramento dei dipendenti dei consorzi agrari in mobilità dal 17 dicembre 2010;
- a tutt'oggi non risultano poste in essere da parte dell'Agenzia LAORE Sardegna ulteriori iniziative finalizzate all'assunzione del suddetto personale in mobilità dai consorzi agrari, a cui oggi è scaduta o sta scadendo la cassa integrazione e si trova quindi nell'impossibilità di far fronte alle rispettive necessità familiari,

chiedono di interpellare l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale e l'Assessore degli affari generali, personale e riforma della Regione per conoscere:
1) le motivazioni che l'Agenzia regionale LAORE Sardegna frappone per non dare seguito alla determinazione n. 30/2014 del 26 marzo 2014;
2) se l'Agenzia LAORE Sardegna sia conscia della piena efficacia della determinazione in oggetto e dei rischi a cui si espone non dandole opportuno seguito;
3) se l'Agenzia LAORE Sardegna sia conscia delle gravi difficoltà a cui espone i dipendenti dei consorzi agrari in mobilità dal 17 dicembre 2010;
4) quali iniziative intendano adottare gli Assessori aditi per porre rimedio urgentemente a questa incresciosa quanto ingiustificata ed intollerabile situazione.

Cagliari, 1° agosto 2014