CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 78/A

INTERPELLANZA DEDONI - COSSA - CRISPONI sulla privatizzazione della Sogeaal di Alghero.

 ***************

I sottoscritti,

premesso che, in data 11 febbraio 2014, la Giunta regionale ha approvato una deliberazione avente per oggetto "Legge regionale 13 aprile 2010, n. 10, articolo 1, comma 2. Misure per lo sviluppo del trasporto aereo. Collocazione sul mercato di parte della quota di partecipazione azionaria regionale nel capitale sociale di SOGEAAL S.p.a. Avvio procedure";

considerato che:
- la richiamata legge regionale 3 aprile 2010, n. 10 avvia la privatizzazione della Sogeaal;
- la Regione, aveva spiegato l'allora presidente della commissione Paolo Maninchedda, attuale Assessore regionale dei lavori pubblici, terrà una percentuale minoritaria sul capitale Sogeaal che sarà quindi detenuto in maggioranza dagli investitori privati;
- la società Sogeaal s.p.a. risulta, infatti, concessionaria, per la durata di anni quaranta, del sedime demaniale per la gestione totale dell'aeroporto di Alghero - Fertilia, in virtù di apposita convenzione stipulata da quest'ultima, in data 28 maggio 2007, con l'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac) e approvata con decreto del Ministero dell'economia e delle finanze del 3 agosto 2007;
- detta convenzione prevede, tuttavia, la decadenza automatica del concessionario dalla medesima "in caso di mancato conseguimento, allo scadere del primo quadriennio, dell'equilibrio economico-finanziario della gestione";
- la deliberazione dell'11 febbraio 2014 non fa altro che dar corso alle norme approvate dal Consiglio regionale;
- attualmente la compagine societaria di SOGEAAL s.p.a. è composta dalla Regione autonoma della Sardegna con 1'80,20 per cento delle quote, Sfirs (la società finanziaria della Regione) con il 19,80 per cento;

valutato che, in questo periodo di profonda crisi economica, difficilmente la Regione potrà continuare a coprire il rosso dell'aeroporto con decine e decine di milioni di euro e, dunque, la privatizzazione appare l'unica strada percorribile per evitare la decadenza della concessione;

ritenuto che, nella fase di privatizzazione sopra descritta, il pubblico si debba fermare a una quota minoritaria, cedendo ai privati la maggioranza assoluta, la quota in mano pubblica dovrà essere in parte ceduta ai comuni di Alghero, Sassari e Porto Torres, in modo tale che le amministrazioni che ruotano attorno all'aeroporto abbiano la possibilità di controllare e incidere sulle scelte strategiche di uno scalo fondamentale per il nord Sardegna,

chiedono di interpellare l'Assessore regionale dei trasporti affinché riferisca:
1) a che punto è l'attuazione della deliberazione n. 5/25 dell'11 febbraio 2014 che non fa altro che attuare un dettato normativo stabilito dalla legge regionale 3 aprile 2010, n. 10, articolo 1, comma 2;
2) se non ritenga di andare avanti velocemente sulla privatizzazione della Sogeaal, stabilendo che nella quota di minoranza in mano pubblica sia compresa anche una quota da cedere ai comuni di Alghero, Sassari e Porto Torres;
3) se non creda sia estremamente pericoloso, per la vita stessa dello scalo, lasciare le cose come stanno col rischio di non poter più ripianare i conti, andando così incontro alla decadenza della concessione dell'Enac.

Cagliari, 15 ottobre 2014