CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 88/A

INTERPELLANZA DEDONI sulle evidenti e documentate criticità riscontrate nella gestione del bando "Misure di sostegno all'attività di impresa", per la selezione delle iniziative imprenditoriali beneficiarie, in attuazione delle Direttive "Progetti di Filiera e di Sviluppo Locale nelle Aree di Crisi e nei Territori Svantaggiati", di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 50/10 del 21 dicembre 2012.

 ***************

Il sottoscritto,

premesso che, con la determinazione del Direttore del Centro regionale di programmazione n. 3377/248 del 16 maggio 2013 sono stati approvati il bando "Misure di sostegno all'attività di impresa", per la selezione delle iniziative imprenditoriali beneficiarie, in attuazione delle Direttive "Progetti di Filiera e di Sviluppo Locale nelle Aree di Crisi e nei Territori Svantaggiati", di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 50/10 del 21 dicembre 2012 e l'avviso di inerente apertura dei termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse, con scadenza 11 luglio 2013;

considerato che, con successive e numerose determinazioni del Direttore del centro regionale di programmazione, sono stati approvati chiarimenti, modifiche e integrazioni al suddetto bando, nonché diverse proroghe dei termini di scadenza per la presentazione delle manifestazioni, fino ad arrivare al 15 ottobre 2013;

tenuto conto delle "carenze del sistema informatico" che hanno determinato "anomalie nella base dati a disposizione per l'attribuzione del punteggio alle manifestazioni di interesse regolarmente trasmesse e ammesse a graduatoria", così come riportato nella determinazione del Direttore del Centro regionale di programmazione;

evidenziato che, anche nella seconda fase di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni, sono riemerse gravi criticità nella gestione del procedimento, tanto da pervenire all'approvazione, mediante la determinazione del Direttore del Centro regionale di programmazione n. 2337/207 dell'8 aprile 2014, di rettifica del bando, modifica dell'avviso e della modulistica;

constatato che, tra le tante modifiche al bando, si è approvato anche l'innalzamento da 35 a 40 punti della soglia di punteggio da raggiungere o superare al fine di acquisire l'esito positivo sulla concedibilità delle agevolazioni;

sottolineato che ulteriori e successive integrazioni al bando e differimenti del termine di chiusura dei termini per la presentazione delle domande hanno creato disorientamento, perplessità e disagi per le imprese interessate e per i professionisti da queste ultime incaricati della presentazione;

valutato che le gravi mancanze del sistema gestionale, nonché le assurde e macchinose procedure adottate potrebbero determinare la perdita di ingenti risorse, con pesanti ricadute negative sul tessuto produttivo isolano,

chiede di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per sapere:
1) quali siano i motivi delle carenze e delle lacune nella gestione del bando "Misure di sostegno all'attività di impresa", per la selezione delle iniziative imprenditoriali beneficiarie, in attuazione delle direttive "Progetti di Filiera e di Sviluppo Locale nelle Aree di Crisi e nei Territori Svantaggiati", di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 50/10 del 21 dicembre 2012;
2) quali siano le spese amministrative di gestione del bando in oggetto;
3) se non ritengano di dover immediatamente intervenire, anche con una riapertura dei termini di scadenza, per permettere alle imprese richiedenti le agevolazioni di sopperire ai numerosi e inevitabili errori nella presentazione della complicata domanda, con decine e decine di allegati anche con firma digitale.

Cagliari, 26 novembre 2014