CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 90/A

INTERPELLANZA TEDDE - PITTALIS - CAPPELLACCI - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - PERU - RANDAZZO - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra - DEDONI - COSSA - CRISPONI - FENU - FLORIS - TRUZZU - RUBIU - OPPI - PINNA Giuseppino - SOLINAS Christian - ORRÚ, in relazione all'attuazione dell'ordine del giorno n. 17 del 1° ottobre 2014 che impegnava il Presidente della Regione a intervenire a sostegno della richiesta di trasformazione della Sezione distaccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari in sezione autonoma.

 ***************

I sottoscritti,

premesso che:
- il 1° ottobre 2014 il Consiglio regionale ha discusso la mozione n. 76 (primo firmatario Tedde) e l'interpellanza n. 57/A (primo firmatario Arbau) sulla paventata soppressione della Sezione distaccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari e sulla necessità di trasformarla in sezione autonoma;
- a conclusione della discussione dei predetti atti veniva approvato un ordine del giorno unitario che:
1) sottolineava che la programmazione riorganizzativa territoriale del Ministero della giustizia, così come delineata nell'atto di indirizzo politico-istituzionale del 5 settembre 2014, fa legittimamente temere la soppressione della Sezione distaccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari, già in sede di legge delega per la riorganizzazione della giustizia che a breve verrà proposta in Parlamento;
2) in questo momento di straordinaria crisi economica e sociale, tale paventata soppressione, oltreché determinare un pericoloso arretramento dello Stato nel centro nord dell'Isola e un impoverimento istituzionale con pesanti riflessi sociali ed economici sulla Sardegna intera, porterebbe con sé anche la scomparsa del Tribunale per i minorenni e del Tribunale di sorveglianza, con una avvilente derubricazione dei servizi di giustizia a danno, non soltanto di un amplissimo bacino di utenza, composto da una popolazione residente di circa 654 mila persone che, quasi, raddoppia nel periodo estivo per l'alta vocazione turistica del territorio, ma di tutto il popolo sardo;
3) è, invece, necessario, in questo momento di crisi delle istituzioni, sempre più lontane dai bisogni e dalle attese del popolo sardo, e di scarsa considerazione verso le specificità della nostra Isola che si consuma all'interno della più pesante crisi economica degli ultimi sessant'anni, difendere e rafforzare la conquista della sezione staccata, lavorando per ottenerne la piena autonomia, come auspicato dagli ispettori del Ministero della giustizia e chiesto, con vigore, dal Comitato per l'autonomia della Sezione distaccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari nel 2011;
- l'Ordine del giorno conclusivamente impegnava il Presidente della Regione:
1) a costituire un tavolo, con la partecipazione di tutti i parlamentari sardi, al fine di sostenere presso le competenti sedi istituzionali, compresa quella parlamentare, le istanze del Comitato per l'autonomia della Sezione distaccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari;
2) a intervenire con urgenza presso il Ministro della giustizia, rappresentando in maniera puntuale e forte le ragioni che stanno alla base della necessità dell'autonomia per la Sezione distaccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari;
3) a promuovere, con la collaborazione del Consiglio regionale, tutte le iniziative politiche e culturali che riterrà utili per il raggiungimento dell'obbiettivo;
4) a porsi alla guida di azioni di sensibilizzazione verso il Governo per una riconsiderazione delle ipotesi di riduzione del sistema giudiziario isolano, ivi comprese le questioni relative all'organizzazione del sistema penitenziario, per evitare un ulteriore disimpegno dello Stato dai nostri territori e l'ennesimo sopruso alla specialità della Sardegna;

ribadito che la paventata soppressione, oltreché determinare un impoverimento istituzionale con pesanti riflessi sociale ed economici, porterebbe con sé la scomparsa del Tribunale per i minori e del Tribunale di sorveglianza;

considerato che non si hanno notizie circa interventi in proposito del Presidente della Regione,

chiedono di interpellare il Presidente della Regione per conoscere:
1) se sia stato costituito il tavolo con tutti i parlamentari sardi;
2) quali interventi siano stati posti in essere presso il Ministero della giustizia al fine di scongiurare la chiusura della Sezione staccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari e di pervenire, anzi, alla sua autonomia;
3) quali iniziative politiche e culturali sono state promosse, con la collaborazione del Consiglio regionale, per il raggiungimento dell'obbiettivo;
4) quali azioni di sensibilizzazione verso il Governo abbia intrapreso e con quali esiti.

Cagliari, 3 dicembre 2014