CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 110/A

INTERPELLANZA DESINI - BUSIA sulle ragioni della mancata attivazione, presso l'Azienda sanitaria locale di Olbia, del servizio di assistenza domiciliare ai pazienti affetti da AIDS.

 ***************

I sottoscritti,

premesso che:
- il comma 2 dell'articolo 1 della legge 5 giugno 1990, n. 135 (Piano degli interventi urgenti in materia di prevenzione e lotta all'AIDS) dispone che le aziende sanitarie locali, sulla base di indirizzi regionali, promuovano la graduale attivazione di servizi per il trattamento a domicilio dei soggetti affetti da AIDS e patologie correlate, finalizzati a garantire idonea e qualificata assistenza nei casi in cui, superata la fase acuta della malattia, sia possibile la dimissione dall'ospedale e la prosecuzione delle occorrenti terapie presso il domicilio dei pazienti;
- l'ASL di Olbia non ha attivato il servizio, nonostante la propria carta dei servizi preveda che le attività del Distretto siano organizzate in modo da garantire, tra gli altri servizi, attività e servizi di assistenza domiciliare per diverse tipologie di bisogno e attività e servizi per le patologie da HIV;
- non si conoscono le ragioni della mancata attivazione del servizio;

tenuto conto che:
- attualmente, l'ASL di Sassari presta il servizio di assistenza anche ai pazienti del territorio di Olbia (circa 300), ma che si registrano disagi per coloro che hanno difficoltà, a causa della patologia, a spostarsi e necessitano di assistenza domiciliare specializzata almeno 25 pazienti;
- l'ASL di Sassari ha attribuito, mediante specifico contratto a una cooperativa sociale, l'erogazione delle attività assistenziali a domicilio;
- nelle premesse al suindicato contratto è previsto che l'ASL possa acquisire e tenere conto di eventuali deleghe di committenza, formalizzate da parte di altre ASL per prestazioni che non possono essere garantite nei rispettivi territori,

chiedono di interpellare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per conoscere i motivi della mancata attivazione, presso l'ASL di Olbia, del servizio di assistenza domiciliare ai pazienti affetti da AIDS e circa la possibilità di estendere il servizio oggetto della convenzione stipulata dall'ASL di Sassari anche ai pazienti di Olbia.

Cagliari, 11 marzo 2015