CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 134/A

INTERPELLANZA PINNA Rossella - COCCO Pietro - FORMA - DERIU - COMANDINI - COLLU sulle agevolazioni di spesa per il trasporto degli studenti delle scuole di istruzione primaria e secondaria, nel periodo di inizio e termine delle lezioni, in corrispondenza con il calendario scolastico.

 ***************

I sottoscritti,

premesso che
- la Regione determina i criteri che regolano il sistema tariffario del trasporto pubblico regionale e locale e ne definisce la politica tariffaria;
- l'articolo 8 della legge regionale 7 dicembre 2005, n. 21 "Disciplina e organizzazione del trasporto pubblico locale in Sardegna" prevede che la Regione svolga funzioni di programmazione, finanziamento, indirizzo, coordinamento, controllo e monitoraggio in materia di trasporto pubblico di interesse regionale e locale in raccordo con la pianificazione dei trasporti dello Stato;

vista:
- la deliberazione della Giunta regionale n.21/13 del 6 maggio 2015 "Determinazione del calendario scolastico per l'annualità 2015/2016 nella Regione Sardegna";
- la deliberazione della Giunta regionale n. 32/51 del 15 settembre 2010 "Legge regionale 7 dicembre 2005 n. 21. Modifica del sistema tariffario del servizio extraurbano di trasporto pubblico locale di linea approvato con la deliberazione della giunta n. 30/21 del 3.8.2010", con la quale sono state rideterminate le tariffe dei servizi extraurbani di linea, con decorrenza 24 settembre 2010;
- la determinazione dell'Assessorato regionali dei trasporti n. 620 del 21 settembre 2010 "Ridefinizione del sistema tariffario dei servizi di trasporto pubblico extraurbano", di attuazione della citata delibera n. 32/51 con l'aggiornamento del sistema tariffario, tuttora vigente;

viste, altresì:
- la deliberazione della Giunta regionale n. 59/28 del 13 dicembre 2005 "Sistema tariffario trasporto pubblico locale - Ridefinizione importo tariffe extraurbane";
- la determinazione dell'Assessorato regionale dei trasporti n. 918 del 19 dicembre 2005, "Sistema tariffario dei servizi di trasporto pubblico interurbano ordinario di concessione regionale: rideterminazione", di attuazione della deliberazione n. 59/28;

considerato che:
- per gli studenti pendolari, nel sistema tariffario attuale non sono previsti, nel periodo di fine e inizio anno scolastico corrispondenti ai mesi di settembre e giugno, abbonamenti speciali, ma soltanto titoli di viaggio ordinari;
- il comma 1, lettera c), dell'articolo 4 della determinazione n. 918 del 19 dicembre 2005, prevedeva espressamente, invece, una tipologia di abbonamento mensile da 26 corse semplici, utilizzabili nel solo mese di inizio o termine delle lezioni scolastiche, con un prezzo agevolato pari alla metà del costo dell'abbonamento mensile;
- l'abbonamento così formulato ha consentito e consentirebbe agli studenti di usufruire, limitatamente al periodo di fine e inizio scuola, di tariffe ridotte alla pari degli altri periodi dell'anno scolastico;
- l'attuale sistema tariffario presenta un vuoto che penalizza gli studenti, ancor più quelli costretti a percorrere lunghe distanze, con più elevati oneri di trasporto pagati a tariffa ordinaria;

sottolineata, in particolare, la necessità di coprire l'intero anno scolastico della possibilità di usufruire delle tariffe agevolate e di venire incontro economicamente alle famiglie degli studenti interessati,

chiedono di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti per sapere:
1) se, sulla scorta delle motivazioni espresse, non ritengano opportuno modificare/integrare l'attuale sistema tariffario di trasporto, con un'offerta più idonea ed economica, in favore degli studenti delle scuole primarie e secondarie, nell'ambito della validità temporale prefissata dal calendario scolastico;
2) se e quali provvedimenti intendano assumere per colmare un vulnus determinato dall'attuale sistema tariffario dei trasporti, affinché fin dal prossimo anno scolastico gli studenti possano usufruire di tariffe agevolate anche nei mesi di settembre e giugno.

Cagliari, 25 giugno 2015