CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 160/A

INTERPELLANZA CHERCHI Augusto - MANCA Pier Mario - CONGIU - DESINI - BUSIA - UNALI sulla chiusura della sezione staccata del Centro servizi del lavoro di Bosa.

 ***************

I sottoscritti,

premesso che il Centro servizi per il lavoro di Cuglieri, sezione decentrata di Bosa, presta la sua attività in un territorio di circa 12.000 mila abitanti che conta circa 3500 disoccupati iscritti, che rappresentano circa il 30 per cento dell'intera popolazione residente;

accertato che la sezione distaccata di Bosa è un importante punto di riferimento per l'intero territorio nella gestione delle politiche attive che la Regione mette in campo per fronteggiare il problema della disoccupazione, dell'inclusione sociale e dell'inserimento e dell'integrazione nel mercato del lavoro;

valutato che tali servizi essenziali, con il decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150, sono stati delegati alla Regione nelle more dell'approvazione in Consiglio regionale del disegno di legge di riforma n. 216 in materia di disciplina dei servizi e delle politiche per il lavoro che modifica la legge regionale 5 dicembre 2005, n. 20 (Norme in materia di promozione dell'occupazione, sicurezza e qualità del lavoro. Disciplina dei servizi e delle politiche per il lavoro. Abrogazione della legge regionale 14 luglio 2003, n. 9, in materia di lavoro e servizi all'impiego);

rilevato che il disegno di legge n. 216 suggerisce all'articolo 13, comma 3, che ... " i servizi territoriali dell'Agenzia regionale per il lavoro possono essere ubicati anche nelle sedi dei centri regionali di formazione professionale";

tenuto conto che a Bosa esiste un centro formazione professionale i cui locali, in parte occupati dall'unione dei comuni e dall'università della terza età, possono adeguatamente ospitare la sezione CSL di Bosa;

rilevato che gli attuali locali in cui sono ospitati gli uffici della sezione CSI di Bosa sono fatiscenti e strutturalmente incompatibili con il carattere pubblico dei locali;

constatato che è intenzione dell'amministrazione comunale di Bosa trasferire la sede CSL al piano superiore dello stabile oggetto di ristrutturazione e che tale soluzione appare di dubbia fattibilità in merito alla fruibilità dei locali da parte dell'utenza e alla sicurezza dei dipendenti, considerando l'edificio sede di cantiere comunale e di ristrutturazioni importanti;

preso atto che l'amministrazione comunale, consapevole della necessità di trasferimento degli uffici del CSL-Bosa, da alcuni anni è rimasta colpevolmente immobile nella ricerca di una adeguata soluzione condivisa con gli assessorati regionali interessati;

considerata la preoccupante possibilità di un'imminente chiusura della sezione CSL, con danni immediati e forti disagi per migliaia di disoccupati che dovranno percorrere decine di chilometri per raggiungere la sede CSL di Cuglieri,

chiedono di interpellare l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale cooperazione e sicurezza sociale e l'Assessore regionale degli enti locali finanza e urbanistica per sapere:
1) quali provvedimenti intendano prendere per scongiurare la chiusura della sezione decentrata di Bosa (sede CSL-Cuglieri) affinché si continui a offrire a un intero territorio un servizio fondamentale per oltre tremila disoccupati /inoccupati;
2) se ritengano opportuno trasferire la sezione CSL di Bosa nella sua sede naturale del Centro formazione professionale, vista che strutturalmente e funzionalmente può e deve ospitare tali uffici.

Cagliari, 15 ottobre 2015