CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 211/A

INTERPELLANZA DEDONI - COSSA - CRISPONI sulla situazione dell'Agenzia Agris Sardegna in riferimento alla ritardata nomina del direttore generale.

 ***************

I sottoscritti,

premesso che:
- la legge regionale 8 agosto 2006, n. 13, istitutiva dell'Agenzia regionale Agris Sardegna, ha affidato alla figura del direttore generale la rappresentanza legale, la direzione ed il coordinamento dell'attività attraverso la predisposizione dei programmi annuali e pluriennali e la verifica del raggiungimento degli obiettivi;
- lo scorso 6 ottobre 2015 è scaduto l'incarico conferito al direttore generale dell'Agenzia Agris Sardegna;
- l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale, con proprio decreto n. 2280/DecA/47 del 1° ottobre 2015, ha provveduto alla definizione dei requisiti per la nomina del nuovo direttore generale e alla fissazione di specifiche direttive per la predisposizione della procedura di evidenza pubblica finalizzata alla selezione dello stesso;
- a seguito dell'avviso pubblico di cui alla determinazione n. 16498 - 962 del 7 ottobre 2015 sono state acquisite le manifestazioni d'interesse dei candidati alla nomina di direttore generale;
- l'Assessore dell'agricoltura e riforma agro-pastorale, con successivo proprio decreto n. 3103/58 del 21 dicembre 2015, ha ritenuto di dover annullare, in sede di autotutela, il precedente decreto n. 2280/DecA/47 per "meglio definire le fattispecie di incarichi dal cui svolgimento deriva l'idoneità alla nomina di direttore generale negli enti/agenzie regionali", per "dare ulteriori indicazioni per una maggiore diffusione e pubblicità alla procedura di evidenza pubblica per la nomina" e "pertanto di dover emanare nuove direttive";
- l'Assessore dell'agricoltura e riforma agro-pastorale, con proprio decreto n. 136/GAB/DecA/1 del 22 gennaio 2016, ha adottato nuovi requisiti e direttive per la nomina del direttore generale dell'Agenzia Agris;
- conseguentemente, è stato approvato, con determinazione del direttore generale dell'Assessorato n. 1483/21 del 3 febbraio 2016, e pubblicato con scadenza 15 febbraio 2016, l'avviso di indizione della procedura ad evidenza pubblica per l'acquisizione di manifestazione d'interesse alla nomina di direttore generale di Agris Sardegna;

considerato che lo scorso 17 febbraio 2016 il sostituto del direttore generale dell'Agenzia Agris è improrogabilmente decaduto;

rilevato che dal giorno 18 febbraio 2016 l'Agenzia è priva del suo organo di vertice e, quindi, del soggetto titolare di tutte quelle funzioni indicate in premessa ed essenziali per il buon funzionamento dell'ente;

valutato che tale situazione sia estremamente grave e che il suo perdurare possa ingenerare una condizione di paralisi amministrativa, oltre alle pericolose problematiche giuridiche ed amministrative che si potrebbero verificare;

tenuto conto delle prerogative e degli obblighi dei componenti della Giunta regionale,

chiedono di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere:
1) quali siano i motivi della mancata conclusione della procedura finalizzata alla nomina del direttore generale dell'Agenzia Agris Sardegna;
2) se non ritengano di dover intervenire, per quanto di competenza, anche attraverso l'applicazione dei poteri sostitutivi ed addivenire alla conclusione del procedimento, evitando la possibilità che si riscontrino danni di carattere amministrativo e contabile all'Amministrazione derivanti dal perdurante ritardo nell'individuazione dell'organo di rappresentanza legale dell'Agenzia;
3) se non ritengano di dover valutare, se del caso, le responsabilità della paralisi dell'attività dell'Agenzia e dei conseguenti disagi recati agli operatori del settore agro-pastorale, che già soffrono per la crisi economica.

Cagliari, 24 febbraio 2016