CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 228/A

INTERPELLANZA RUBIU, sulla soppressione estiva della tratta ferroviaria da Carbonia/Iglesias per Cagliari, con il treno n. 12909, con partenza da Iglesias alle 7.54 e arrivo a Cagliari alle 8.50, cancellato da Trenitalia.

 ***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- a partire dallo scorso 13 giugno, la società Trenitalia ha cancellato, senza alcun preavviso, una corsa della linea ferroviaria Carbonia-Iglesias/Cagliari per i tre mesi estivi;
- la soppressione del treno n. 12909, con partenza da Iglesias alle 7.54 e arrivo a Cagliari alle 8.50, è stata adottata senza verificare una giusta ponderazione degli utenti che giornalmente viaggiano sul convoglio;

rilevato che il convoglio ferroviario è utilizzato giornalmente da una grande fetta di pendolari, in prevalenza lavoratori oltreché studenti, che peraltro si trovano alle prese con le sessioni d'esame in diversi istituti del capoluogo, che, quindi, si trovano costretti a subire scelte calate dall'alto senza nessuno studio che tenga conto delle esigenze dell'utenza sul territorio;

acclarato che, in seguito alla decisione, oltre cento viaggiatori del treno in questione hanno già provveduto a presentare una petizione, con la richiesta per un immediato ripristino della carrozza con una sospensione della corsa che possa essere adottata solo per il mese di agosto, mentre per i mesi di giugno, luglio e settembre possa restare attivo il servizio;

evidenziato che tale provvedimento produce notevoli disagi ai viaggiatori abituali che sono costretti a partire un'ora prima e a viaggiare in piedi, perché il treno precedente non dispone di un sufficiente numero di posti per gli utenti che arrivano dal Sulcis-Iglesiente;

appreso che:
- la cancellazione appare immotivata e ingiustificata;
- la tratta è stata revocata senza tenere conto delle esigenze del territorio, già penalizzato dal taglio di innumerevoli servizi alle persone;

sottolineato che il Sulcis-Iglesiente si trova, ancora una volta, a tollerare decisioni calate dall'alto, senza la concertazione con gli enti locali interessati o le istituzioni coinvolte dalla sforbiciata delle Ferrovie dello Stato;

osservato che, peraltro, fino all'anno scorso, il treno è stato soppresso limitatamente al solo mese di agosto (un mese coincidente in gran parte con il periodo feriale dei lavoratori), non si comprende dunque il motivo per cui a partire da giugno è stato deciso l'annullamento per i tre mesi coincidenti con la sospensione scolastica, non tenendo conto del fatto che gli studenti raramente fruiscono di questo treno e dei disagi arrecati ai lavoratori viaggiatori abituali. In tale ottica, sarebbe quindi opportuno una riattivazione del convoglio;

appurato che:
- nelle stazioni dell'area i convogli ferroviari arrivano già in forte ritardo, con centinaia di utenti che attendono spaesati nelle banchine e attese interminabili;
- sembra, dunque, necessario un sollecito intervento dell'Assessore regionale dei trasporti per porre fine a questi disservizi ai danni dei viaggiatori isolani, convocando un tavolo di concertazione con i vertici di Trenitalia;

tenuto conto che:
- non si capiscono i motivi che hanno prodotto la cancellazione di una tratta fondamentale per il territorio, considerato anche l'aumento del costo dovuto per gli abbonamenti mensili imposto dalla società partecipata delle Ferrovie dello Stato; senza poi tralasciare il fatto che dovrebbe essere incentivato l'utilizzo dei mezzi pubblici in vista di una maggiore sostenibilità ambientale e per evitare ingorghi di traffico ormai al limite del tollerabile a Cagliari, onde favorire la mobilità al centro del capoluogo;
- con tale cancellazione viene di fatto limitata la mobilità di lavoratori e studenti, costretti a subire le disfunzioni di Trenitalia,

chiede di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti per sapere:
1) se sia a conoscenza della cancellazione del treno n. 12909, sulla tratta Carbonia-Iglesias-Cagliari, con partenza da Iglesias alle 7.54 e arrivo nel capoluogo alle 8.50, e delle motivazioni che hanno portato alla soppressione unilaterale del convoglio ferroviario da parte di Trenitalia;
2) se non appaia opportuna l'immediata riattivazione del treno, che è utilizzato giornalmente da centinaia di pendolari, una grande fetta composta da lavoratori e in numero minore studenti, peraltro impegnati nella preparazione delle sessioni degli esami di maturità a conclusione dell'anno scolastico, con una sospensione solamente per il mese di agosto;
3) se non sembri urgente convocare i vertici di Trenitalia per un tavolo di confronto sulle problematiche che attanagliano la rete ferroviaria isolana e sui disservizi che danneggiano i pendolari nel Sulcis Iglesiente e negli altri territori della Sardegna.

Cagliari, 14 giugno 2016