CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 234/A

INTERPELLANZA RUBIU, sulla determinazione n. 522 dell'Assessorato regionale del turismo, artigianato e commercio del 1° giugno 2016, avente a oggetto "L.R. 21 aprile 1955, n. 7, art. 1, lett. c) Contributi per manifestazioni pubbliche di grande interesse turistico primo intervento. Annualità 2016. Approvazione elenco istanze ammesse ed elenco istanze non ammesse", con esclusione dell'Estate medioevale di Iglesias e discesa dei candelieri.

 ***************

Il sottoscritto,

premesso che, con la determinazione n. 522 dell'Assessorato regionale del turismo, artigianato e commercio del 1° giugno 2016, avente a oggetto "L.R. 21 aprile 1955, n. 7, art. 1, lett. c). Contributi per manifestazioni pubbliche di grande interesse turistico primo intervento. Annualità 2016. Approvazione elenco istanze ammesse ed elenco istanze non ammesse", è stata approvata la graduatoria delle iniziative che accederanno ai finanziamenti della legge in argomento;

sottolineato che tra le istanze non ammesse, inerenti le manifestazioni della tradizione identitaria, è stato inserito l'evento relativo all'Estate medioevale di Iglesias e alla discesa dei candelieri, presentata dal Comune di Iglesias;

osservato che tali manifestazioni sono legate agli eventi in calendario per la festa di Santa Maria di mezz'agosto, con macchine votive a spalla, denominate candelieri, che vengono portate in corteo per le strade della città e i costumi d'epoca del periodo medioevale che sfilano per il borgo storico di Iglesias; tra i partecipanti si segnala ogni anno la presenza di centinaia di figuranti provenienti da alcuni centri di caratterizzazione medioevale della Penisola e la presenza di diversi gruppi caratteristici della cultura dell'epoca, una manifestazione comparabile a quelle che si svolgono a Sassari (Faradda di li candareri), Nulvi (Essida de Sos Candhaleris) e Ploaghe;

atteso che, in base al rinvenimento recente di alcuni documenti e della colonna di un candeliere (appartenente al quartiere di Santa Chiara), è stata riportata l'origine di tale usanza al XIII secolo;

appreso che:
- i candelieri a Iglesias sono otto;
- questi ceri votivi non rappresentano solo dei gremi come nelle altre città sarde, ma anche i quartieri storici della città iglesiente;
- i gruppi di portatori di ogni candeliere sono rappresentati da un colore che rappresenta il gremio o il quartiere di appartenenza;
- per la preparazione dei ceri votivi sono impegnate diversi rappresentanti dei rioni, con risorse ingenti per la predisposizione delle colonne addobbate a festa;

osservato che, secondo la determinazione n. 522, l'istanza non soddisfa i requisiti di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 12/7 dell'8 marzo 2016 per le manifestazioni della tradizione identitaria: presenza tra gli eventi finanziati dalla Regione, notorietà a livello nazionale e internazionale;

rilevato che non si comprendono, comunque, i motivi di una scelta che appare del tutto discrezionale, considerato che l'Estate medioevale di Iglesias e la discesa dei candelieri richiamano ogni anno nel centro iglesiente migliaia di turisti provenienti da tutte le parti della Penisola e anche diversi vacanzieri stranieri già presenti in Sardegna che arrivano nel territorio visto il periodo estivo di maggior punta;

acclarato che, tra le istanze ammesse figurano la festa di San Costantino e Ardia (Sedilo), la festa di San Salvatore Sinis con la corsa degli scalzi di Cabras, la festa di san Simplicio a Olbia, la festa di sant'Efisio, la sagra di San Francesco di Lula, la sagra del Redentore a Nuoro, la Cavalcata sarda di Sassari, la sagra di Sant'Antioco martire, la discesa dei candelieri di Sassari e la Sartiglia di Oristano;

evidenziato che, tra le istanze ammesse riguardo agli appuntamenti relativi all'animazione territoriale, all'artigianato, ai carnevali della Sardegna, all'enogastronomia, ai festival del cinema, alle rassegne letterarie, ai festival musicali e teatrali, ai riti della settimana santa, allo sport, figurano degli eventi che non appaiono avere un richiamo turistico che possa portare dei vantaggi dal punto di vista delle presenze di vacanzieri con un flop dal punto di vista economico e sociale;

appurato che l'Estate medioevale di Iglesias e la discesa dei candelieri appaiono invece degli eventi in grado di attrarre migliaia di turisti con un indotto economico rilevante per il territorio, senza poi tralasciare gli eventi storici e culturali, legati alla tradizione popolare isolana e non solo riguardo le manifestazione legate all'epoca medioevale;

tenuto conto che sarebbe necessario, dunque, tenere conto della caratterizzazione di una manifestazione che vanta una tradizione legata agli aspetti storici dell'antica Villa di Chiesa, nonostante la riscoperta dei candelieri sia stata fatta in tempi recenti;

atteso che sarebbe opportuno salvaguardare e valorizzare un evento di richiamo turistico per Iglesias e tutta la vecchia provincia, con un elemento di attrazione per tantissimi visitatori della città, con un apposito finanziamento atto ad assegnare risorse per la predisposizione della manifestazione;

preso atto che l'Assessorato regionale del turismo, artigianato e commercio dovrebbe, quindi, revisionare i criteri che hanno portato all'esclusione dell'evento in argomento;

rimarcato che la manifestazione appare tra le più importanti a livello regionale riguardo alle celebrazioni per la festa dell'Assunta, comparabile alla discesa dei candelieri di Sassari;

riscontrato che la mancanza di risorse provenienti dalla legge regionale n. 7 del 1955 rischia di mettere in serio pericolo l'organizzazione dell'evento;

rilevato che servono, dunque, risposte certe ed immediate, con l'inserimento dell'estate medioevale di Iglesias e la discesa dei candelieri nelle manifestazioni della tradizione identitaria,

chiede di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del turismo, artigianato e commercio per sapere:
1) quali siano le motivazioni che hanno indotto all'esclusione dell'istanza del Comune di Iglesias relativa all'Estate medioevale di Iglesias e discesa dei candelieri dalla determinazione n. 522 dell'Assessorato regionale del turismo, artigianato e commercio del 1° giugno 2016 avente a oggetto "L.R. 21 aprile 1955 n. 7, art. 1, lett. c). Contributi per manifestazioni pubbliche di grande interesse turistico primo intervento. Annualità 2016. Approvazione elenco istanze ammesse ed elenco istanze non ammesse", considerato che le motivazioni appaiono discrezionali e non sembrano tenere conto della valenza dell'evento suddetto dal punto di vista dell'indotto economico e turistico;
2) se non ritengano di dover attentamente revisionare tale scelta con l'inserimento dell'Estate medioevale di Iglesias e discesa dei candelieri nelle manifestazioni di grande interesse turistico e l'esame attento delle altre iniziative escluse;
3) se siano stati verificati tutti i riflessi di carattere economico, storico, culturale e tradizionale degli eventi esclusi, onde evitare la perdita di alcuni eventi di richiamo turistico con ricadute negative sul territorio.

Cagliari, 6 luglio 2016