CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 240/A

INTERPELLANZA ZANCHETTA - GAIA - PERRA, sulla necessitą di garantire a tutti i sardi, ai nativi non residenti, ai turisti che soggiornano nelle strutture ricettive e ai proprietari di case, le tariffe agevolate sui traghetti che garantiscono il servizio di trasporto pubblico per le isole di La Maddalena e Carloforte.

 ***************

I sottoscritti,

premesso che:
- il costo elevato dei traghetti per La Maddalena e San Pietro ha sempre rappresentato un grave problema per le comunitą e i territori delle isole minori, il cui sviluppo economico č stato fortemente penalizzato dall'assenza di una efficace politica sulla continuitą territoriale;
- č stata recentemente abrogata la disposizione prevista dalla legge regionale 21 gennaio 2014, n. 7 (finanziaria 2014), articolo 5, comma 29, che pure aveva rappresentato un primo importante risultato per il riconoscimento della continuitą territoriale alle isole minori, stabilendo il principio per cui "le tariffe agevolate in materia di trasporto marittimo locale attualmente in vigore a favore dei residenti nelle Isole di La Maddalena, San Pietro e l'Asinara, sono estese anche agli altri residenti in Sardegna";

evidenziato che:
- in occasione delle scorse audizioni svoltesi nella commissione consiliare competente, l'interpellante ha sollecitato l'impegno immediato dell'Assessore regionale dei trasporti ad adottare i provvedimenti necessari al fine di garantire il riconoscimento di una tariffa agevolata per tutti i residenti in Sardegna, comprese le agevolazioni per i nativi non residenti e i turisti che hanno casa e soggiornano nelle isole minori, ricevendo a riguardo assicurazioni sulla sussistenza di adeguati margini di trattativa con l'armatore concessionario del servizio pubblico;
- le comunitą dell'Isola di La Maddalena e dell'Isola di San Pietro hanno avviato due petizioni parallele che al grido di "non fateci sentire stranieri in casa nostra" vogliono rivendicare il diritto alla continuitą territoriale per le isole minori, doppiamente penalizzate da una inadeguata politica dei trasporti, sia per i collegamenti nazionali e internazionali sia per quelli tra le stesse isole minori e la Sardegna;
- il caro traghetti colpisce in maniera particolarmente dolorosa gli emigrati, quasi sempre costretti alla "fuga"dalla mancanza di lavoro e prospettive nella propria terra d'origine, e poi penalizzati da costi insostenibili nel loro diritto a rivedere i parenti, gli amici e la propria casa, qualora siano riusciti a mantenerne la proprietą, vedendosi peraltro costretti a versare per la stessa imposte vessatorie in quanto necessariamente qualificata comeseconda casa;

considerato che il bando per l'affidamento non ha contemplato gli aspetti evidenziati,

chiedono di interpellare l'Assessore regionale dei trasporti per conoscere quali siano le iniziative avviate, anche a seguito degli impegni assunti in occasione dell'audizione nella commissione consiliare competente, in merito alle legittime aspettative delle comunitą delle isole minori al riconoscimento di tariffe agevolate sull'unico servizio pubblico di collegamento con la "terraferma", non solo per i residenti, come previsto dalle normative attualmente vigenti, ma per tutti i sardi, turisti e nativi non residenti.

Cagliari, 14 luglio 2016