CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 287/A

INTERPELLANZA COMANDINI - COCCO Pietro - COLLU - COZZOLINO - DEMONTIS - FORMA - MANCA Gavino - MELONI - MORICONI - SABATINI - SOLINAS Antonio - PISCEDDA per favorire il mantenimento dei tribunali per i minori e la famiglia nell'ordinamento giuridico italiano.

 ***************

I sottoscritti,

premesso che:
- lo scorso gennaio 2017 la riforma della giustizia minorile, cosiddetto "disegno di legge Orlando", è tornata all'ordine del giorno della Commissione Giustizia del Senato;
- il disegno di legge delega prevede, tra le tante riforme, anche l'abolizione dei tribunali dei minorenni e l'istituzione delle sezioni specializzate per la famiglia presso i tribunali ordinari;

valutato che il minore, nel nuovo disegno di legge, rischia di perdere quella posizione centrale che oggi ricopre nei tribunali per i minorenni e di essere considerato solo una delle parti del soggetto famiglia, non più riconosciuto come titolare dei diritti prioritari, così come previsto dalla Convenzione ONU sui diritti dei minori (approvata dall'Assemblea generale delle nazioni unite il 20 novembre 1989 e ratificata dall'Italia con legge n. 176 del 27 maggio 1991);

appreso che il nuovo disegno di legge non prende in considerazione i servizi sociali come servizi in grado di fornire un valido aiuto e sostegno nelle situazioni di bisogno, ma appare evidente l'intenzione di volergli attribuire un mero ruolo di controllo;

sottolineata l'importanza del ruolo dei servizi sociali in quanto le situazioni vanno valutate per le loro specificità e il contributo dei servizi sociali può aiutare il giudice a coniugare l'esigenza di aiuto e sostegno alla crescita del minore con quella di giustizia e sicurezza sociale;

affermata la necessità di salvaguardare, per la loro specificità e autonomia, i tribunali per i minorenni e la famiglia nell'ordinamento giuridico italiano, affinché continuino ad essere tutelati al meglio i diritti per i minori;

al fine di trovare, in tempi brevi, una soluzione che metta d'accordo tutti gli addetti ai lavori,

chiedono di interpellare il Presidente della Regione affinché:
1) intervenga presso la Commissione Giustizia del Senato per stralciare dal disegno di legge Orlando gli articoli che riformano la giustizia minorile, mantenendo e anzi rafforzando il ruolo dei tribunali e delle procure minorili, di fondamentale importanza per la protezione di bambini e adolescenti;
2) si promuova l'istituzione di un gruppo di lavoro per studiare e superare le criticità ed eventualmente elaborare un disegno di legge di riforma della giustizia minorile che tenga conto delle specificità del settore;

si auspica inoltre un impegno, forte e tangibile, dei parlamentari sardi affinché intercedano presso la Commissione Giustizia del Senato per evitare che la riforma riguardi anche i tribunali per i minorenni.

Cagliari, 10 marzo 2017