CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 9/A

INTERROGAZIONE TEDDE, con richiesta di risposta scritta, sulle tempistiche di erogazione dei contributi a favore di persone fisiche e soggetti giuridici privati diversi dalle imprese per l'installazione di impianti fotovoltaici di cui alla determinazione del 24 febbraio 2014 (prot. n. 5801) della Direzione generale Servizio energia dell'Assessorato dell'industria della Regione autonoma della Sardegna.

***************

Il sottoscritto,

premesso che con determinazione del 24 febbraio 2014 (prot. n. 5801) della Direzione generale Servizio energia dell'Assessorato dell'industria della Regione autonoma della Sardegna è stato approvato l'elenco definitivo dei beneficiari del bando per la "concessione di contributi a favore di persone fisiche e soggetti giuridici privati diversi dalle imprese per l'installazione di impianti fotovoltaici - Articolo 4, comma 21 della legge regionale 15 marzo 2012, n. 6 (legge finanziaria regionale 2012) - Sportello n. 2, ed i relativi contributi concedibili come risultanti dall'elenco delle istanze finanziabili fino a concorrenza delle risorse disponibili allegato" al provvedimento predetto;

atteso che la partecipazione al bando era consentita a persone fisiche, condomini e enti non commerciali che, al di fuori di attività d'impresa, utilizzano l'energia prodotta dall'impianto fotovoltaico ubicato in Sardegna a fini privati, ossia per usi domestici, di illuminazione, alimentazione di apparecchi elettrici ecc., e che risultano n. 2.346 istanze finanziabili integralmente fino alla concorrenza di 7 milioni di euro;

considerato che la citata determinazione del 24 febbraio 2014 prevede che l'erogazione dei contributi ai beneficiari avverrà a seguito del trasferimento delle somme necessarie dai fondi speciali per la riassegnazione dei residui perenti ai sensi dell'articolo 26 della legge regionale 2 agosto 2006, n. 11, e in base alle disponibilità previste dal bilancio e dal patto di stabilità;

preso atto che a oggi, nonostante i numerosi solleciti fatti dagli interessati presso il competente Assessorato, non si hanno notizie circa la data dell'erogazione concreta dei fondi ai soggetti ammessi a finanziamento;

acclarato che queste lungaggini burocratiche creano forte disagio finanziario ai beneficiari dei contributi e mettono in serio dubbio l'efficacia, efficienza e tempestività dell'azione amministrativa regionale,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'industria per conoscere:
a) i motivi delle lungaggini burocratiche che impediscono l'erogazione dei contributi agli aventi diritto;
b) quali iniziative intendano assumere al fine di pervenire in tempi brevissimi all'erogazione delle somme dovute.

Cagliari, 16 aprile 2014