CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 10/A

INTERROGAZIONE TEDDE, con richiesta di risposta scritta, sulle tempistiche di redazione dell'elenco delle imprese ammesse al bando dell'Assessorato regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale "Lunga estate" e di erogazione dei contributi.

***************

Il sottoscritto,

premesso che, nel giugno 2013 molti titolari di imprese alberghiere hanno partecipato al bando con procedura "a sportello" pubblicato dall'Assessorato regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale denominato "Lunga estate", che prevedeva l'erogazione di fondi per incentivare le strutture a rimanere aperte anche in bassa stagione e per incentivare le assunzioni anche nei mesi "di spalla";

considerato che a tali fini sono stati stanziati 3.600.000 euro da ripartite tra le strutture che avevano gią assunto lavoratori stagionali, o si impegnavano a farlo anche in bassa stagione, e che per ciascun lavoratore il bando prevedeva un contributo da 600 a 1800 euro, grazie al quale gli operatori avrebbero potuto abbattere i costi previdenziali e tenere aperte le strutture oltre i mesi estivi, con un tetto per ciascuna impresa di 150.000 euro;

atteso che il bando della "Lunga estate" era stato accolto con grande favore dagli operatori turistici, anche alla luce della grave crisi economica e sociale che ha investito la Sardegna;

preso atto che:
- a oggi, nonostante i numerosi solleciti fatti dagli interessati presso il competente Assessorato, non si hanno notizie circa la redazione dell'elenco delle imprese ammesse a finanziamento e la data di concreta erogazione dei contributi;
- queste lungaggini burocratiche creano forte disagio finanziario alle imprese gią prostrate da una crisi economica senza precedenti e mettono in serio dubbio l'efficacia, efficienza e tempestivitą dell'azione amministrativa regionale;

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale per conoscere:
1) i motivi delle lungaggini burocratiche che impediscono la redazione dell'elenco delle imprese ammesse a finanziamento;
2) quali iniziative intendano assumere al fine di pervenire in tempi brevissimi all'erogazione delle somme dovute che costituirebbero una boccata d'ossigeno per un comparto in evidente crisi.

Cagliari, 17 aprile 2014