CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 14/A

INTERROGAZIONE AGUS - COCCO Daniele Secondo - ARBAU - DESINI - MORICONI - LAI - PIZZUTO - LEDDA - AZARA - PERRA, con richiesta di risposta scritta, in merito agli avvisi pubblici per l'acquisizione di prodotti editoriali e per l'acquisto di spazi pubblicitari pubblicati dall'Agenzia governativa regionale Sardegna Promozione e sulla gestione dell'ente in questa fase.

***************

I sottoscritti,

considerato che:
- Sardegna promozione, nata quale struttura tecnico operativa della Regione, è un'agenzia regionale di promozione economica istituita con legge regionale n. 4 dell’11 maggio 2006, con personalità giuridica di diritto pubblico e autonomia contabile, finanziaria e gestionale con il compito di coordinare la gestione delle attività di promozione economica e di sostenere la capacità di esportazione e penetrazione dei prodotti sardi nei mercati esterni;
- l'ente, fin dall'istituzione, non risulta dotato di un'organizzazione compiuta né di un organico coerente con le finalità descritte dalla legge istitutiva;
- il quadro nazionale e regionale e lo stato dei conti pubblici impone una seria politica di revisione della spesa nella pubblica amministrazione contemplando anche la soppressione degli enti inutili;
- il comparto turistico necessita urgentemente di una legge di settore e di una politica di promozione organica e coerente.

valutato che:
- numerosi articoli di stampa pubblicati dai quotidiani La Nuova Sardegna, Sardinia Post, L'Unione Sarda, Huffington Post, Il Corriere della Sera hanno denunciato una gestione dell'Agenzia caratterizzata da spese discrezionali consistenti nell'erogazione di contributi e nel finanziamento di eventi, di dubbio impatto a livello nazionale o internazionale, senza alla base una legge di settore o un regolamento che stabilisca dei criteri oggettivi e modalità cui attenersi nella scelta dei beneficiari, profilandosi altresì la possibilità di ricadere nell'ambito delle sponsorizzazioni, vietate sulla base del disegno di legge n. 78/2010 convertito in legge n. 122/2010;
- sono in corso delle indagini da parte della Procura della Repubblica e della Procura della Corte dei Conti sulla gestione delle attività portate avanti dall'Agenzia.

evidenziato che:
- nonostante siano in corso delle riflessioni sulle scelte strategiche in materia di promozione dell'isola e sul destino dell'ente in questione, le attività dello stesso non hanno mai subito rallentamenti e ad esempio, in data 7 aprile 2014, sono stati pubblicati sul sito dell'Agenzia una consultazione pubblica (con scadenza 18 aprile) per la prossima pubblicazione di un avviso pubblico per l'acquisizione di prodotti editoriali e un avviso pubblico per l'acquisto di spazi pubblicitari,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del turismo, artigianato e commercio per sapere:
a) se le decisioni di tipo contabile e gestionale assunte o in procinto di essere assunte in questa fase da parte della direzione dell'Agenzia siano coerenti con la linea politica della Giunta in materia di turismo e promozione dell'isola e quali siano gli strumenti di controllo finora esercitati;
b) se le attività di promozione che pone in essere l'Agenzia, consistenti perlopiù in attribuzione di contributi e nell'acquisto di pubblicazioni riguardanti la Sardegna e di spazi pubblicitari, siano coerenti con l'idea che la Giunta regionale porta avanti in materia di turismo, di marketing territoriale e di revisione della spesa pubblica;
c) se non sia il caso, stante la situazione sopra delineata e in attesa di un ripensamento complessivo del ruolo dell'Agenzia e in generale delle politiche turistiche in Sardegna, di limitare l'azione della stessa all'ordinaria amministrazione;
d) se sia stato approvato o sia in corso di approvazione il bilancio 2014 dell'Agenzia, soggetta al controllo ai sensi della legge regionale n. 14 del 1995.

Cagliari, 23 aprile 2014