CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 20/A

INTERROGAZIONE CRISPONI - DEDONI - COSSA, con richiesta di risposta scritta, sulle risorse rivenienti dalle donazioni a seguito dell'alluvione del 18 novembre 2013.

***************

I sottoscritti,

premesso che la Regione, a seguito della tragica alluvione dello scorso 18 novembre 2013, ha disposto l'apertura di apposito conto corrente bancario n. 10951778, su cui far confluire le risorse delle donazioni in denaro raccolte;

considerato che:
- alla data del 6 febbraio 2014, notizie stampa riferivano della disponibilitą su detto conto corrente di 5,4 milioni di euro;
- in pari data, la Regione e la Croce rossa italiana hanno concordato di istituire un tavolo tecnico per la ripartizione dei fondi raccolti a sostegno della popolazione colpita dall'alluvione;
- i citati fondi, donati generosamente dai cittadini dovevano essere indirizzati, prevalentemente, verso iniziative di sostegno dirette alle popolazioni colpite e al ristoro di quei danni non risarcibili dalle vigenti ordinanze;

preso atto che:
- svariati soggetti privati, testate giornalistiche, societą telefoniche, banche e associazioni varie, hanno nel frattempo attivato conti correnti per la prosecuzione della raccolta di ulteriori fondi;
- al momento attuale non č dato conoscere l'entitą dette somme disponibili, il numero complessivo e la qualifica dei soggetti coinvolti nella raccolta;

valutato che:
- pare legittima la preoccupazione che la mancanza di trasparenza e vigilanza possa tradire chi ha generosamente contribuito al sostegno delle popolazioni coinvolte nell'evento;
- non esiste in materia una disciplina che regolamenti la raccolta dei fondi di solidarietą e soprattutto assicuri garanzia a chi ha versato il proprio piccolo contributo a favore delle popolazioni colpite dalla calamitą,

chiede di interrogare il Presidente della Regione per sapere:
a) se si sia provveduto, ad accertare e aggiornare quale disponibilitą di risorse offra il conto corrente bancario 10951778 della Regione;
b) se sia stato predisposto e gią presentato un criterio di ripartizione delle somme raccolte e, nel caso in cui questo non fosse avvenuto, per conoscere quali azioni si intenda porre in essere per l'erogazione immediata dei contributi;
c) se sia stato avviato un inventario dei tanti soggetti privati che hanno promosso la raccolta fondi e l'ammontare stesso delle somme raccolte e se si abbia conoscenza delle modalitą e delle finalitą delle eventuali erogazioni.

Cagliari, 28 aprile 2014