CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 27/A

INTERROGAZIONE TRUZZU, con richiesta di risposta scritta, sulla situazione di disagio che interessa gli operatori della Centrale operativa 118 di Sassari.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- l'insieme degli operatori sanitari afferente alla Centrale operativa 118 di Sassari comprende il personale operativo non solo presso la Asl di Sassari, ma anche presso la ASL di Nuoro, Lanusei e Olbia;
- la Centrale operativa 118 di Sassari è, notoriamente, conosciuta come uno dei presidi sanitari d'eccellenza in campo nazionale;

appurato che:
- il personale della Centrale operativa 118 di Sassari da sempre opera con estrema dedizione e spirito di sacrificio al fine di garantire livelli di assistenza qualitativamente e quantitativamente elevati;
- il personale in questione tuttavia non riceve da diversi anni i compensi dei corsi di formazione e delle attività extra effettuate per conto della ASL Sassari, nonostante le continue sollecitazioni da parte del responsabile sanitario della Centrale operativa;
- medesime sollecitazioni sono giunte alla ASL di Sassari anche dai direttori generali delle ASL di Olbia, Nuoro e Lanusei, che è stata più volte invitata a procedere con gli atti deliberativi a favore degli operatori del servizio;

valutato che:
- a tutt'oggi la situazione è in totale stallo amministrativo e come da comunicazione del responsabile amministrativo dell'aprile 2014, si è ancora impossibilitati a procedere con la liquidazione delle attività svolte nel corso del 2013;
- tutto ciò ha finito per creare una situazione di profonda difficoltà da parte degli operatori del servizio, che a fronte di una costante abnegazione riscontrano un comportamento quantomeno superficiale da parte della ASL di Sassari, con il conseguente rischio di creare un clima di sfiducia e assenza di stimoli che potrebbe in futuro compromettere la qualità del servizio stesso;
- pare siano stati già posti in essere diversi atti giudiziali nei confronti della ASL Sassari e conseguentemente siano stati già eseguiti svariati decreti ingiuntivi con una notevole maggiorazione delle spese iniziali (interessi e spese legali per l'azienda), con evidente dilapidazione di denari pubblici che potrebbero configurare anche un'ipotesi di danno erariale;

considerato che assicurare la serenità e la motivazione del personale della centrale operativa del 118 è condizione basilare e indispensabile per garantire un servizio all'utenza di livello qualitativamente elevato,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene, sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
a) se fossero a conoscenza della situazione di grave difficoltà che interessa gli operatori della Centrale operativa 118 di Sassari, la quale copre il 50 per cento del territorio regionale;
b) quali siano le azioni che intendeno porre in essere per risolvere le problematiche sopra descritte e soprattutto in quali tempi.

Cagliari, 9 maggio 2014