CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 51/A

INTERROGAZIONE LAI - COCCO Daniele Secondo - AGUS - COZZOLINO, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata e irregolare corresponsione degli stipendi ai dipendenti dei centri AIAS della Sardegna.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- l'Associazione italiana per l'assistenza agli spastici (AIAS), è fortemente radicata sul territorio sardo erogando servizi che per loro natura hanno un ruolo socio-assistenziale fondamentale ed indispensabile;
- la suddetta associazione, nelle sue diverse e numerose ramificazioni, svolge un ruolo riconducibile all'intervento riabilitativo dal quale consegue anche il livello qualitativo delle relazioni sociali e dell'integrazione con il territorio;
- l'attività dell'AIAS viene svolta in regime di convenzione con l'azienda sanitaria e detiene l'80 per cento delle convenzioni nell'ambito socio-riabilitativo;
- da anni gli operatori socio-sanitari, dipendenti dell'AIAS e della Fondazione Randazzo, vivono una situazione altamente penalizzante posto che gli emolumenti loro spettanti per lo svolgimento dell'attività lavorativa vengono corrisposti con notevole ritardo rispetto alla maturazione del diritto;
- l'articolo 1676 del Codice civile, nel tutelare i diritti degli ausiliari dell'appaltatore recita: "Coloro che, alle dipendenze dell'appaltatore, hanno dato la loro attività per eseguire l'opera o per prestare il servizio possono proporre azione diretta contro il committente per conseguire quanto è loro dovuto, fino alla concorrenza del debito che il committente ha verso l'appaltatore nel tempo in cui essi propongono la domanda.";

evidenziato che;
- i dipendenti succitati svolgono un lavoro encomiabile in contesti in cui, oltre alla competenza e professionalità, necessitano di molta pazienza, umanità e disponibilità;
- il malcontento e la sfiducia nei confronti dei propri datori di lavoro non predispongono il lavoratore al giusto stato d'animo richiesto e necessario per operare in questi contesti;
- oramai da anni i dipendenti dell'AIAS percepiscono il loro stipendio con 4/5 mesi di ritardo;
- il mancato percepimento degli stipendi maturati determina un inevitabile ritardo, per le famiglie, nel pagamento delle rate del mutuo, utenze domestiche e quant'altro possa avere una improcrastinabile scadenza mensile,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza del problema AIAS che da anni determina una insostenibile situazione che grava sulle condizioni materiali dei lavoratori e quale sia l'intendimento per il futuro;
2) quali siano i provvedimenti che possono essere attuati al fine di far sì che i diritti costituzionalmente garantiti vengano rispettati.

Cagliari, 27 maggio 2014