CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 72/A

INTERROGAZIONE ARBAU, con richiesta di risposta scritta, sulle eventuali criticità afferenti la procedura concorsuale per la copertura di 5 posti di collaboratore amministrativo professionale nella ASL n. 3.

***************

Il sottoscritto,

premesso che la ASL di Nuoro, in esecuzione della deliberazione del direttore generale n. 829 del 26 giugno 2012, ha avviato le procedure per la copertura a tempo indeterminato di 5 posti di collaboratore amministrativo professionale, categoria D, da destinare ai settori aziendali di attività amministrativo, statistico e legale;

considerato che:
- come previsto dal bando di concorso, l'Azienda, dato l'elevato numero di partecipanti pari a 1196 candidati, ha deciso di effettuare una prova preselettiva, consistente in un test a risposta multipla, il cui espletamento è stato affidato ad una ditta esterna, la Selexi di Milano;
- la prova preselettiva si è svolta a Nuoro lo scorso 6 marzo 2014, con conseguente graduatoria provvisoria di 61 ammessi alle successive prove scritte e orali;

rilevato che:
- alla predetta preselezione sono seguite numerose manifestazioni di protesta tra i partecipanti esclusi dalla suddetta graduatoria, con palesi richieste di verifiche inerenti la regolarità della procedura concorsuale in atto;
- le proteste sono sfociate nell'invio di una lettera aperta al Presidente della Regione e al Sottosegretario ai beni culturali e in un esposto recapitato negli uffici della Procura della Repubblica, in cui si sollecitano approfondimenti e controlli sulla preselezione predetta, nonché in un ricorso presentato da alcune decine di concorrenti;
- in tali atti sono stati segnalati riferimenti precisi che presentano preoccupanti analogie con il concorso già espletato nella ASL Brotzu di Cagliari, poi annullato qualche mese fa: in primis l'affidamento della prova alla stessa società esterna, sempre la Selexi, inoltre una serie di errori materiali che si sarebbero riscontrati nei test, in analogia appunto a quanto era accaduto a Cagliari e che erano stati motivo di invalidamento della prova concorsuale;

evidenziato il recente invito alla dirigenza dell'ASL nuorese rivolto dall'Assessore regionale a recedere dall'applicazione di qualsiasi misura prevista nell'Atto aziendale, senza una preventiva consultazione con i responsabili dell'Assessorato regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, invito che evidentemente in tale occasione è stato ignorato e disatteso,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale per sapere:
a) se sia a conoscenza della vicenda suesposta che rischia di pregiudicare la situazione già fortemente critica che da tempo caratterizza la ASL nuorese;
b) se non ritenga opportuno, alla luce delle richieste di controllo già in essere, procedere alla immediata sospensione della procedura concorsuale in oggetto, nelle more delle necessarie verifiche afferenti gli atti depositati dai candidati esclusi, anche al fine di evitare l'ulteriore aggravio di costi, anche giudiziari, per il bilancio regionale.

Cagliari, 25 giugno 2014