CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 80/A

INTERROGAZIONE LAI, con richiesta di risposta scritta, sulla carenza in organico di personale tecnico specializzato al Presidio ospedaliero di Isili.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il Presidio ospedaliero di Isili si trova ad affrontare un periodo particolarmente drammatico dovuto alla carenza di personale in tutti i settori, ma nella fattispecie mancano tecnici di laboratorio;
- il suddetto Presidio è dotato in organico di cinque tecnici di laboratorio, ma tra questi per svariati motivi (aspettativa, dimissioni volontarie, malattia,) tre non sono disponibili;
- dei due tecnici rimasti in servizio, uno ha chiesto di poter usufruire delle ferie spettanti per regolamento, mentre l'altro è rimasto a gestire un intero reparto da solo, non potendo quindi soddisfare le richieste di tutti quegli utenti che necessitano di esami;
- si è venuti a conoscenza che la direzione del Presidio si è attivata per far assumere, dalla ASL competente, tramite agenzia interinale, con contratto a tempo determinato, due tecnici di laboratorio, senza fornire informazioni sulla durata del contratto degli stessi;

considerato che:
- il Presidio, unico nel territorio già fortemente disagiato, alla luce dei fatti, si vede obbligato a chiudere il reparto, con gravi ripercussioni sull'intero territorio del Sarcidano-Barbagia di Seulo, i cui residenti si vedrebbero costretti a viaggiare sino a Cagliari per un semplice esame di laboratorio;
- la ASL competente è da tempo a conoscenza della grave situazione causata dalla carenza di organico presso il Presidio ospedaliero di Isili, e non ha mai preso provvedimenti concreti in merito,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
a) se sono a conoscenza della grave situazione in cui versa il Presidio ospedaliero di Isili, a causa dalla carenza di organico, che da tempo determina una insostenibile situazione di disservizi e disagi che si ripercuotono all'interno della gestione ospedaliera, creando insostenibili disservizi all'intera comunità;
b) quali iniziative intendano adottare, nell'ambito delle proprie competenze, per assicurare una gestione ottimale dell'intero Presidio ospedaliero garantendo servizi e qualità degli stessi, sinora offerti dalla struttura, solo grazie al senso di responsabilità, disponibilità e professionalità degli addetti ai lavori.

Cagliari, 1° luglio 2014