CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 86/A

INTERROGAZIONE DERIU - MORICONI - COLLU - COMANDINI - COZZOLINO - MELONI - PISCEDDA - SABATINI - TENDAS, con richiesta di risposta scritta, sui Progetti di filiera e sviluppo locale (PSFL).

***************

I sottoscritti,

Vista:
- la legge regionale 7 agosto 2009 , n. 3 "Disposizioni urgenti nei settori economico sociale", articolo 2, commi 37 e 38, "Progetti di sviluppo locale nelle aree di crisi di Porto Torres, La Maddalena, Sardegna centrale e territorio svantaggiato della Marmitta";
- la deliberazione della Giunta regionale n. 48/10 del 27 ottobre 2009 con la quale č stato avviato il "Progetto pilota di sviluppo locale per l'area di crisi di Tossito" e il relativo Accordo di programma del 15 settembre 2010;
- la deliberazione della Giunta regionale n. 16/21 del 20 aprile 2010 per "L'idoneitą dell'attuazione degli interventi previsti dall'articolo 5, commi da 1 a 5, della legge regionale n. 5 del 2009 (Interventi per lo sviluppo delle attivitą produttive)" anche nei Progetti di filiera e sviluppo locale;
- la deliberazione della Giunta regionale n. 21/45 del 3 giugno 2010 "Direttive di attuazione dei Progetti di filiera e sviluppo locale nelle aree di crisi e nei territori svantaggiati " (PFSL);
- la deliberazione della Giunta regionale n. 28/37 del 24 giugno 2011 "Approvazione del Progetto pilota di sviluppo locale per l'area svantaggiata della Marmilla" e del relativo accordo di programma del 5 settembre 2011;
- la deliberazione della Giunta regionale n. 33/42 del 31 luglio 2012 "Attivazione dei Progetti di sviluppo locale nelle aree di crisi di Porto Torres, La Maddalena, Sardegna centrale e territorio svantaggiato della Marmilla";
- la deliberazione della Giunta regionale n. 50/8 del 21 dicembre 2012 Attivazione "Progetto di sviluppo locale Sardegna centrale". Area di crisi di Oristano;
- la deliberazione della Giunta regionale n. 19/2 del 15 maggio 2013 Attuazione della deliberazione della Giunta regionale n. 48/10 del 27 ottobre 2009. Direttive "Progetti di filiera e di sviluppo locale nelle aree di crisi e nei territori svantaggiati. Approvazione definitiva.
- la pubblicazione in data 24 maggio 2013 del bando "Misure di sostegno all'attivitą d'impresa nelle aree di crisi e nei territori svantaggiati della Sardegna" a seguito della deliberazione della Giunta regionale n. 19/2 del 15 maggio 2013 di cui sopra;

Viste le determinazioni n. 3377/2478 - 3828/302 - 4320/342 - 5650/478 - 6285/527 del 2013 e le determinazioni n. 612/36 - 1840/172 - 2337/207 del 2014 e infine la determinazione n. 3690/301 del 4 giugno 2014 con la quale si approvano i chiarimenti al bando e alle faq relativamente al bando emanato il 24 maggio 2013 di cui al punto precedente;

Considerato che per il finanziamento dei Progetti di filiera e sviluppo locale, oltre alle risorse del Fondo competitivitą e sviluppo concorrono le risorse dei programmi operativi che attuano la Programmazione unitaria 2007/2013, con risorse del FAS, FSE, FESR, FEASR e FEP;

Preso atto che nella riunione del Comitato di sorveglianza del POR Sardegna, riunitosi a Cagliari nei giorni 9-10-11 luglio 2014, č emersa una condizione di lentezza di spesa fatta rilevare dagli organi di Controllo all'interno dello stesso Comitato,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per sapere:
a) se, a seguito delle ultime determinazioni prese relativamente alle rettifiche delle graduatorie e del bando e al differimento di termini per la presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni previste nel bando stesso, siano sufficienti i tempi previsti per la spesa e la rendicontazione delle somme che verranno erogate sottoforma di agevolazioni alle iniziative che ne beneficeranno;
b) quale sia lo stato attuale di tali iniziative per area e per linea d'intervento e se risulti confermato che il quadro finanziario previsto sia suddiviso in sostegno alle imprese, formazione, azioni di contesto e infrastrutture per un importo pari a 245 milioni di euro circa;
c) quale sia lo stato di fatto degli interventi effettuati attraverso il Fondo di cogaranzia e controgaranzia di 238.200.000 euro con risorse previste nel Quadro della programmazione unitaria, presso la SFIRS spa ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n. 55/36 del 16 dicembre 2009;
d) se i dati delle attivitą di formazione, tirocini, bonus assunzionali, finanziabili attraverso i PFSL, siano stati messi in relazione o considerati anche per il cosiddetto Programma garanzia giovani (54 milioni di euro per tutta la Sardegna) contenente le stesse attivitą destinate a imprese del territorio e ai giovani disoccupati tra i 15 e i 29 anni, al fine di evitare sovrapposizioni e duplicazioni d'intervento;
e) quale sia lo stato di fatto delle infrastrutture previste con i PFSL, delle risorse assegnate e/o confermate rispetto al quadro finanziario previsto (circa 73 milioni di euro), a quale stato e grado di progettazione tali infrastrutture siano arrivate e se siano mai stati stipulati gli accordi di programma previsti; in particolare se tali accordi siano stati stipulati per le opere pubbliche previste nel PFSL Sardegna centrale (9 milioni di euro suddivisi tra le aree industriali del territorio) e, in questo caso, quale sia il livello progettazione al quale si č giunti per tali opere.

Cagliari, 7 luglio 2014