CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 103/A

INTERROGAZIONE FORMA, con richiesta di risposta scritta, sulla deliberazione del direttore generale della ASL di Nuoro n. 892 del 4 luglio 2014 "Individuazione delle nuove strutture semplici afferenti le strutture complesse e revoca di quelle preesistenti".

***************

La sottoscritta,

premesso che:
- il direttore generale della ASL di Nuoro è stato nominato con deliberazione della Giunta regionale n. 17/5 del 31 marzo 2011 in quando ritenuto "un professionista adeguato per competenza tecnica e professionale e per dimostrata capacità di comprendere, condividere e realizzare gli obiettivi di salute e di funzionamento dei servizi delle aziende sanitarie che l'amministrazione regionale si è data";
- a seguito di una valutazione dell'assetto organizzativo aziendale e allo scopo di definire un quadro coerente con le disposizioni normative e regolamentari in materia - particolarmente tenendo conto dei "Principi e criteri per la definizione dell'organizzazione aziendale" individuati dall'articolo 3 dell'allegato n. 2 alla delibera della Giunta regionale n. 43/12 del 31 ottobre 2012 "Linee guida per la redazione degli atti aziendali delle aziende del sistema sanitario e indicazione delle priorità per il controllo di gestione" ove si precisa che "Le strutture semplici sono articolazioni organizzative delle strutture complesse, giustificate dalla parziale autonomia organizzativa in termini di attività, strumentazione e risorse professionali utilizzate. L'autonomia professionale in ambito clinico non comporta l'attivazione di una struttura semplice ma un incarico di alta specializzazione" - il direttore generale, in data 4 luglio 2014, ha deliberato un nuovo assetto delle strutture semplici, le quali risultano definite in numero di 27 a fronte delle 139 precedentemente autorizzate;

considerato che:
- l'articolo 3.1.1 dell'allegato n. 2 alla delibera della Giunta regionale n. 43/12 del 2012, stabilisce che l'individuazione delle strutture semplici all'interno della macrostruttura può effettivamente essere modificata dall'azienda senza che ciò comporti la revisione dell'atto aziendale, ma tali modifiche dovranno essere comunicate preventivamente al servizio competente della Direzione generale della sanità per le opportune verifiche di competenza;
- l'articolo 6 dell'allegato n. 2 alla delibera della Giunta regionale n. 43/12 del 2012 avente ad oggetto "Verifica regionale degli atti aziendali", chiarisce inequivocabilmente che gli obiettivi specificati nell'articolo 3.1 "La configurazione organizzativa" - richiamati nella deliberazione n. 892 del 4 luglio 2014 - impongono la valutazione congiunta degli atti di tutte le aziende sanitarie regionali,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se:
1) il Direttore generale della ASL n. 3 di Nuoro abbia provveduto a comunicare preventivamente alla Direzione generale della sanità le modifiche organizzative aziendali contenute nella propria deliberazione n. 892 del 4 luglio 2014 così come da previsione dell'articolo 3.1.1 dell'allegato n. 2 alla delibera della Giunta regionale n. 43/12 del 2012;
2) sia stata effettuata la valutazione congiunta degli atti di tutte le aziende sanitarie regionali che risulta prerequisito essenziale per procedere ad una modifica dell'organizzazione aziendale, così come da previsione dell'articolo 6 dell'allegato n. 2 alla delibera della Giunta regionale n. 43/12 del 2012;
3) qualora non sia stato rispettato l'iter sopra richiamato, intendano far annullare la deliberazione n. 892 del 4 luglio 2014 "Individuazione delle nuove strutture semplici afferenti le strutture complesse e revoca di quelle preesistenti".

Cagliari, 17 luglio 2014