CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 131/A

INTERROGAZIONE BUSIA - DESINI, con richiesta di risposta scritta, sul monitoraggio del funzionamento dei centri antiviolenza e delle case di accoglienza per le donne vittime di maltrattamenti.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- con precedenti interrogazioni è stata sollecitata l'urgenza relativa al rifinanziamento dei centri antiviolenza e delle case di accoglienza per le donne vittime di maltrattamenti;
- la legge regionale 7 agosto 2007, n. 8 (Norme per l'istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza), richiede che sussistano determinati requisiti perché il finanziamento possa essere erogato e che i soggetti promotori presentino annualmente una relazione sull'andamento e sulle funzionalità dei centri;
- l'articolo 3 della legge suindicata prevede che il personale coinvolto debba essere adeguato e specializzato;
- la Giunta regionale assicura la rilevazione sistematica del fenomeno e individua le buone prassi, anche al fine di predisporre i criteri per l'erogazione dei contributi;
- è necessario che la spesa dei contributi erogati sia monitorata con la massima trasparenza e che la Regione assicuri che in queste strutture le persone ricevano un'adeguata assistenza, trovando al loro servizio le professionalità e le competenze di cui veramente hanno bisogno;
- il monitoraggio di ciò che i singoli centri hanno finora svolto deve essere preciso, deve riguardare la rendicontazione delle spese fino ad ora effettuate, gli obiettivi raggiunti e i programmi predisposti;
- si condivide l'urgenza di garantire il rifinanziamento delle strutture e l'importanza del problema, tenuto anche conto delle iniziative poste in essere in passato volte se non a risolvere quantomeno a contenere un fenomeno crescente anche nella nostra Regione;
- la gravità del fenomeno richiede competenze, professionalità e coordinamento tra le diverse forze e le diverse istituzioni, comprese le forze di polizia che si occupano del problema;
viste le raccomandazioni contenute nel parere espresso dalla Sesta Commissione permanente del Consiglio regionale, favorevole al contributo per l'organizzazione e il funzionamento dei centri antiviolenza e delle case di accoglienza per e donne vittime di maltrattamenti;

considerata l'urgenza di rifinanziare i centri antiviolenza e le case di accoglienza per le donne vittime di maltrattamenti,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per avere informazioni precise in merito ai monitoraggio fino ad oggi condotto dall'Amministrazione regionale sui centri operanti nel territorio regionale sardo, in particolare in ordine alle spese finora effettuate, agli obiettivi raggiunti, ai programmi predisposti, al personale impiegato e alla loro specializzazione e ai rapporti tenuti con i servizi dei comuni e con le altre istituzioni coinvolte nel processo.

Cagliari, 8 agosto 2014