CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 139/A

INTERROGAZIONE COCCO Daniele Secondo, con richiesta di risposta scritta, sulla chiusura del Servizio di ortopedia dell'Ospedale Antonio Segni di Ozieri.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il giorno 7 agosto 2014, con una decisione incomprensibile, veniva comunicata la chiusura del Servizio di ortopedia dell'Ospedale Antonio Segni di Ozieri;
- la stessa unità operativa rappresenta per l'intero territorio un irrinunciabile servizio di ottima qualità;
- moltissimi pazienti usufruiscono del servizio anche fuori dal territorio e dalla Provincia di Sassari;
- attualmente 265 pazienti risultano essere in lista di attesa per essere operati;
- l'intesa ASL - enti locali che aveva come obiettivo la riorganizzazione e la riqualificazione dei servizi sanitari ospedalieri, ed in particolare dell'Ospedale Segni di Ozieri, appare, infatti, ancora lontana e la prospettata ridefinizione dell'intera ASL n. 1, in cui all'Ospedale di Ozieri deve essere riconosciuto il ruolo di ospedale di rete, con competenze riferibili non esclusivamente al proprio territorio, ma di riferimento anche per l'Azienda sassarese è ancora in via di predisposizione;
- i ritardi ormai intollerabili nel riconoscimento del ruolo di ospedale di rete hanno implementato le criticità nel nosocomio ozierese;
- l'accorpamento delle Divisioni di chirurgia e ortopedia, un tempo all'avanguardia nella sanità sarda, ha creato condizioni di grande criticità;
- l'impegno della ASL a ridefinire ruolo e funzione dei servizi nel presidio ospedaliero ozierese (cardiologia, diabetologia, endocrinologia, endoscopia e day surgery, neonatologia, otorinolaringoiatria, odontoiatria) non ha a tutt'oggi prodotto alcun risultato, anzi, come quasi da processo programmato, si stanno eliminando uno ad uno tutti i servizi;

considerato che sono stati sinora disattesi tutti gli impegni assunti dalla direzione generale dell'ASL di Sassari, nonostante già da tempo intorno all'esigenza di rafforzare il ruolo dell'Ospedale Segni, si è creato un altissimo consenso con la convergenza di cittadini, operatori sanitari, rappresentanti del mondo politico,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se intenda porre immediatamente in essere una iniziativa che in termini perentori scongiuri la chiusura del Servizio di ortopedia dell'Ospedale Antonio Segni di Ozieri e per il mantenimento del nosocomio ozierese, il suo potenziamento strutturale, diagnostico strumentale ed il completamento ed incremento delle dotazioni organiche esistenti;
2) quali urgenti provvedimenti intenda assumere per verificare lo stato di attuazione degli impegni di riorganizzazione e riqualificazione dell'Ospedale Segni di Ozieri.

Cagliari, 9 settembre 2014