CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 145/A

INTERROGAZIONE PINNA Rossella, con richiesta di risposta scritta, sugli aumenti delle aliquote IPT e dell'imposta sulle assicurazioni di responsabilità civile da parte del commissario della Provincia del Medio Campidano.

***************

La sottoscritta,

premesso che, nelle more dell'approvazione di una legge di riforma organica dell'ordinamento degli enti locali, con delibera della Giunta regionale n. 25/10 del 2 luglio 2013, su proposta del Presidente della Regione, sono stati nominati i commissari straordinari con funzioni liquidatorie e per la gestione dell'ordinaria amministrazione per le Province di Carbonia-Iglesias, del Medio Campidano, dell'Ogliastra e di Olbia-Tempio, le cui leggi istitutive sono state abrogate dai referendum del 6 maggio 2012;

considerato che:
- con deliberazione del commissario straordinario della Provincia del Medio Campidano n. 52 del 3 settembre 2014 si dispone di aumentare per l'anno 2014 le misure dell'IPT al massimo consentito dalla legge portando l'aliquota stabilita con deliberazione di Consiglio provinciale n. 158 del 13 dicembre 2007 dal 20 al 30 per cento;
- con deliberazione del commissario straordinario n. 51 del 3 settembre 2014 si stabilisce, altresì, l'aumento dell'imposta sulle assicurazioni contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, con un incremento massimo stabilito in 3,5 punti percentuali, per cui l'aliquota d'imposta passa dall'attuale misura del 12,50 per cento alla misura del 16,00 per cento;
- in data 9 agosto 2014, tra ANCI, Consiglio delle autonomie locali e Regione, è stato firmato l'accordo tra enti locali e Regione su pagamenti, spazi finanziari e fondo unico che prevede al punto 1) di destinare spazi aggiuntivi per il 2014, per un importo complessivo di 160 milioni di euro, e al punto 6) ulteriori 35 milioni da stanziare in fase di assestamento di bilancio previsto per il settembre 2014;

preso atto che:
- nelle sopracitate delibere del commissario si legge che gli aumenti sono motivati dalla necessità di garantire il corretto equilibrio finanziario dell'ente a seguito della forte riduzione di trasferimenti correnti per il funzionamento, disposta dal legislatore nazionale e regionale;
- con delibera della Giunta regionale n. 23/20 del 25 giugno 2014 è stato emanato un atto di indirizzo per i commissari straordinari delle soppresse 4 province, in cui si invita ad una puntuale razionalizzazione e riduzione delle spese, limitando l'attività alla essenziale continuità delle funzioni già svolte dalle province e alla predisposizione degli atti contabili, finanziari e patrimoniali, ricognitivi e liquidatori necessari per le procedure conseguenti alla riforma organica degli enti locali;
- detti aumenti vanno ad aggravare ulteriormente la condizione di difficoltà economica dei residenti nel territorio del Medio Campidano,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica per sapere se:
1) corrisponda al vero che la Regione non preveda di trasferire alla Provincia del Medio Campidano le risorse necessarie al funzionamento dell'ente;
2) l'attività della Provincia del Medio Campidano corrisponda agli atti di indirizzo impartiti dalla Giunta regionale, ovvero se vi siano state spese non strettamente necessarie;
3) quali iniziative intendano porre in essere nei confronti del commissario straordinario, al fine di garantire ai cittadini del Medio Campidano una gestione oculata delle risorse pubbliche evitando ingiustificati e vessanti aumenti di imposte.

Cagliari, 11 settembre 2014