CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 150/A

INTERROGAZIONE TOCCO, con richiesta di risposta scritta, sull'annunciato piano di ristrutturazione della società Meridiana e sulle prospettive del trasporto aereo in Sardegna.

***************

Il sottoscritto,

premesso che, come di recente emerso, la società di trasporto aereo Meridiana intende metter mano al piano di ristrutturazione aziendale annunciato, attivando la procedura per la messa in mobilità di oltre 1.600 dipendenti in esubero strutturale e, contemporaneamente, procedere al rinnovo della flotta aerea, che porterà la compagnia a mettere in servizio aerei tipo Boeing entro la fine del 2015;

considerato che tale strategia aziendale, annunciata dai Consigli di amministrazione di Meridiana Fly e Meridiana Maintenance, oltre a comportare una gravissima perdita sotto il profilo occupazionale e sociale, potrebbe indurre problemi di natura quantitativa e qualitativa al servizio di trasporto aereo svolto in Sardegna, con particolare riferimento allo scalo di Olbia (dove sarebbero a rischio oltre 600 unità lavorative);

considerato, altresì, che per la Regione risulta di fondamentale importanza il perseguimento di una puntuale programmazione e la corretta gestione, in termini di efficienza ed efficacia, dell'intero sistema di trasporto aereo negli scali sardi, al fine di attuare una strategia che, accanto alle rotte in continuità territoriale, incorpori l'apporto provvidenziale di vettori esterni, sia in termini di compagnie "low cost" che di partnership mirate;

rilevato che, le pur legittime logiche aziendali di ristrutturazione, secondo le intenzioni del management intese a perseguire la continuità operativa, l'ottimale dimensionamento e il rinnovo della flotta nell'ottica di competere su un mercato difficile, non possono in alcun modo determinare un disagio sociale di così vaste proporzioni e dai risvolti imprevedibili per le centinaia di famiglie messe di fronte allo spettro della disoccupazione e le inevitabili ripercussioni in termini di agitazioni sindacali e disservizi conseguenti;

preso atto della richiesta dell'Assessore regionale dei trasporti Massimo Deiana circa l'apertura di un tavolo di crisi nazionale sul caso Meridiana, al Ministro dei trasporti Maurizio Lupi, che veda coinvolte le parti in causa e la Regione stessa, per scongiurare i cospicui tagli occupazionali annunciati,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti sull'opportunità di:
a) riferire in Aula su ogni iniziativa e azione che il governo regionale intende intraprendere per porre rimedio alle difficoltà che investono la società di trasporto aereo Meridiana, con particolare riferimento alla tutela dei livelli occupazionali, oggi seriamente minacciati;
b) attivarsi affinché la crisi in atto, come accaduto per altre grandi aziende italiane, venga considerata prioritaria dal governo, con interventi tempestivi e sostanziali (non ultimo l'apertura a partnership e capitali esterni), tesi a salvaguardare i lavoratori e la continuità aziendale, nonché l'operatività, i livelli di servizio e l'utenza che ne beneficia, considerando l'importante e storico ruolo svolto da Meridiana nel servizio di trasporto aereo sardo.

Cagliari, 17 settembre 2014