CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 164/A

INTERROGAZIONE SALE, con richiesta di risposta scritta, sulla mancanza di un servizio di guardiania notturna all'area degli scavi di Mont'e Prama.

***************

Il sottoscritto,

premesso che l'articolo 5 detto Statuto autonomo della Sardegna prevede che "Salva la competenza prevista nei due precedenti articoli, la Regione ha facoltà di adattare, alle sue particolari esigenze, le disposizioni delle leggi della Repubblica, emanando norme di integrazione ed attuazione, sulle seguenti materie:
a) istruzione di ogni ordine e grado, ordinamento degli studi;
b) lavoro, previdenza ed assistenza sociale;
c) antichità e belle arti;
d) nelle altre materie previste da leggi dello Stato";

valutato che:
- i giganti di Mont'e Prama rappresentano un patrimonio storico, artistico e culturale della nazione sarda, la cui eccezionalità archeologica è di caratura scientifica internazionale;
- lo scavo archeologico rappresenta un lavoro di inestimabile importanza per definire in maniera ancora più precisa le caratteristiche dei giganti;

preso atto che l'area dello scavo attrae numerosi turisti e curiosi in numero tale per cui è molto facile avere accesso all'area;

considerato che l'area perimetrale dello scavo risulta priva di una guardiania notturna utile alla tutela degli oggetti scoperti durante lo scavo,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per sapere se, alla luce di quanto sopra esposto e degli episodi di furto avvenuti durante la notte negli scavi, intendano utilizzare il Corpo forestale della Regione per la protezione dell'area degli scavi di Mont'e Prama.

Cagliari, 25 settembre 2014