CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 165/A

INTERROGAZIONE UNALI, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata istituzione della Consulta per l'emigrazione di cui alla legge regionale 15 gennaio 1991, n. 7.

***************

Il sottoscritto,

richiamata la legge regionale 15 gennaio 1991, n. 7 (L'emigrazione);

riportate alcune finalità all'articolo 1:
"La Regione Sardegna, in armonia con la legislazione statale vigente e nell'ambito delle proprie competenze statutarie, al fine di rafforzare i legami con le comunità sarde situate fuori dall'isola:
1) garantisce la parità di trattamento tra sardi residenti e non residenti;
2) promuove - coerentemente con gli indirizzi dello Stato e nel quadro della programmazione regionale - forme di partecipazione e di solidarietà tra lavoratori emigrati;
3) promuove pari opportunità di elevazione morale e materiale per coloro che rientrano o che comunque mantengono contatti con la terra d'origine;
4) promuove ogni iniziativa rivolta a tutelare e sviluppare i legami di identità tra la Sardegna e le comunità sarde extra isolane";

richiamato il titolo III (Consulta regionale per l'emigrazione) che:
- prevede all'articolo 24 l'istituzione e i compiti della Consulta per l'emigrazione, tra cui:
a) proporre, agli organismi competenti, iniziative su tutte le materie di cui alla succitata legge;
b) formulare proposte in merito al Piano triennale e il programma annuale di intervento da presentare per l'approvazione alla Giunta regionale;
c) esprimere pareri su tutte le materie relative al fenomeno dell'emigrazione;
- prevede all'articolo 25 la composizione e la modalità di costituzione: "La Consulta è composta dall'Assessore regionale del lavoro, da un rappresentante per ogni federazione dei circoli degli emigrati, da 6 rappresentanti designati dalle associazioni di tutela degli emigrati a carattere nazionale, da 3 rappresentanti designati dalle organizzazioni sindacali, da un rappresentante designato dal Ministero per gli affari esteri, da tre esperti in materia di emigrazione, nominati dal Consiglio regionale su proposta della Giunta regionale, da un funzionario dell'Assessorato regionale del lavoro.
La Consulta è costituita con decreto del Presidente della Giunta regionale, previa deliberazione della Giunta, su proposta dell'Assessore del lavoro entro 90 giorni dall'inizio della legislatura regionale";

considerata l'importanza determinante dei pareri della Consulta nella fase di programmazione degli interventi per l'emigrazione e per quanto contemplato nella legge regionale succitata,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale per:
1) conoscere le motivazioni che hanno portato alla mancata istituzione della Consulta per l'emigrazione entro i tempi (90 giorni dall'insediamento della Giunta ) previsti dalla legge regionale in argomento;
2) sapere quali urgenti provvedimenti intendano intraprendere al fine dell'istituzione della Consulta e i tempi della programmazione degli interventi in materia di emigrazione.

Cagliari, 25 settembre 2014