CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 166/A

INTERROGAZIONE ANEDDA - UNALI, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata istituzione della Consulta per l'immigrazione di cui alla legge regionale 24 dicembre 1990, n. 46.

***************

I sottoscritti,

richiamata la legge regionale 24 dicembre 1990, n. 46 (Norme di tutela di promozione delle condizioni di vita dei lavoratori extracomunitari in Sardegna);

riportati i principi ispiratori contemplati all'articolo 2:
1) la legislazione regionale in materia di lavoratori extracomunitari č ispirata ai principi fondamentali della uguaglianza, della solidarietą sociale e della cooperazione;
2) l'intervento regionale č volto ad assicurare ai soggetti destinatari lo stesso trattamento applicato ai cittadini italiani che siano emigrati all'estero per libera scelta o per necessitą economiche;

richiamato il titolo III (Consulta per l'immigrazione) che prevede:
- all'articolo 10 "Istituzione e compiti della Consulta per l'immigrazione"; rientra tra i compiti della stessa:
a) proporre, agli organismi competenti, iniziative su tutte le materie di cui alla succitata legge;
b) formulare il programma annuale di intervento da presentare per l'approvazione alla Giunta regionale;
c) esprimere pareri su tutte le materie relative al fenomeno dell'immigrazione;
- all'articolo 11 la composizione e la modalitą di costituzione:
- la Consulta č composta dall'Assessore regionale del lavoro, da 6 rappresentanti dei lavoratori extracomunitari designati dalle associazioni rappresentative di cittadini extracomunitari operanti in Sardegna, da 3 rappresentanti designati dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori, da tre rappresentanti designati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro, da tre esperti in materia di immigrazione, nominati dalla Giunta regionale su proposta dell'Assessore del lavoro, da tre rappresentanti designati dalle associazioni che operano nel campo dell'assistenza all'emigrazione ed all'immigrazione, da un funzionario dell'Assessorato regionale del lavoro;
- la Consulta č costituita con decreto del Presidente della Giunta regionale, previa deliberazione della Giunta, su proposta dell'Assessore del lavoro entro 90 giorni dall'inizio della legislatura regionale;

richiamata, inoltre, la deliberazione della Giunta regionale n. 43/90 dell'11 ottobre 2006, di approvazione delle linee guida per l'immigrazione che dettano le indicazioni per la stesura dei piani annuali provinciali ed in particolare l'operativitą degli sportelli di mediazione linguistico-culturali;

constatata l'importanza di tali sportelli consolidati ed operanti negli otto territori provinciali che sono diventati negli anni uno strumento fondamentale e imprescindibile grazie al ruolo fondamentale svolto dai mediatori linguistico-culturali;

constatato, inoltre, che ad oggi le province non hanno ancora ricevuto la comunicazione delle risorse finanziarie necessarie per l'annualitą 2014 al fine di poter dare prosieguo all'operativitą degli sportelli;

considerata l'importanza determinante dei pareri della Consulta nella fase di programmazione degli interventi per l'immigrazione anche in riferimento alle succitate linee guida e alle indicazioni per la stesura dei piani provinciali ed in particolare per l'operativitą degli sportelli di mediazione linguistico- culturali,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale:
1) per conoscere le motivazioni che hanno portato alla mancata istituzione della Consulta per l'immigrazione entro i tempi (90 giorni dall'insediamento della Giunta regionale) previsti dalla legge regionale in argomento;
2) per sapere quali urgenti provvedimenti intendano intraprendere al fine dell'istituzione della Consulta, i tempi della programmazione degli interventi in materia di immigrazione ed in particolare le direttive alle province per l'approvazione dei piani annuali per il proseguimento delle attivitą degli sportelli di mediazione linguistico-culturali.

Cagliari, 29 settembre 2014