CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 206/A

INTERROGAZIONE CHERCHI Oscar - PITTALIS - CAPPELLACCI - FASOLINO - LOCCI - PERU - RANDAZZO - TEDDE - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, sulla situazione dei lavoratori precari che hanno prestato servizio presso l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente della Sardegna fino al 31 dicembre 2013.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- nel periodo intercorrente tra il mese di gennaio e il mese di marzo 2010, l'agenzia ARPAS ha pubblicato bandi di selezione ad evidenza pubblica per titoli e prova orale rivolti ai soggetti inseriti nelle vetrine candidati del programma Master and back, finalizzati alla assunzione di personale con laurea specialistica e formazione post lauream in scienze biologiche, naturali e ambientali, in geologia e ingegneria ambientale – categoria D0, con contratto di lavoro subordinato a tempo pieno e determinato, della durata di 24 mesi a partire dal 12 luglio 2010;
- dopo i primi 24 mesi, il contratto di lavoro delle suddette figure professionali è stato prorogato di 12 mesi, ai sensi dell'articolo 4, comma 45, della legge regionale 15 marzo 2012, n. 6;
- in applicazione del decreto legge 21 maggio 2013, n. 54, i suddetti contratti sono stati prorogati di ulteriori 6 mesi, con scadenza fissata alla data del 31 dicembre 2013, al fine di "far fronte ad esigenze operative connesse con le attività istituzionali dell'ARPAS, non disponendo in organico di figure professionalmente quali/quantitative idonee a svolgere le mansioni specifiche inerenti tali attività";

rilevato che alla data del 31 dicembre 2013 il personale precario dell'Agenzia ARPAS ha raggiunto una maturità di servizio di 43 mesi decorsi senza soluzione di continuità, con contratto di lavoro a tempo determinato in qualità di dipendenti inquadrati in categoria D0;

preso atto di quanto disposto dalla legge 27 dicembre 2013, n. 147, in cui, all'articolo 1, comma 529, prevede espressamente che "Le regioni che alla data dell'ultima ricognizione effettuata al 31 dicembre 2012 non si trovino in situazioni di eccedenza di personale in rapporto alla dotazione organica … possono procedere, con risorse proprie, alla stabilizzazione a domanda del personale interessato";

considerato che:
- per sopperire alla mancanza di personale qualificato, l'Agenzia ARPAS ha indetto gare d'appalto finalizzate all'esternalizzazione delle attività di "Monitoraggio delle acque marino-costiere e di transizione della Regione Sardegna", richiedendo agli operatori economici partecipanti di "Disporre nel proprio organico ovvero (in caso di aggiudicazione) impegnarsi ad acquisire nel proprio organico (anche con contratti di collaborazione o libero-professionali), per tutto il periodo di validità del contratto", figure professionali con i medesimi requisiti posseduti dai precari non più in servizio dal 31 dicembre 2013;
- l'Agenzia, noncurante della disponibilità più volte espressale dai professionisti in servizio fino al 30 dicembre 2013, è attualmente parte convenuta in un ricorso al Tribunale amministrativo regionale depositato in data 3 settembre 2014,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente per conoscere se:
1) siano a conoscenza della situazione riguardante i 12 lavoratori sopraccitati e se, allo stato attuale, siano stati approntati idonei provvedimenti per addivenire ad una soluzione;
2) intendano procedere all'attuazione di un intervento normativo regionale di recepimento delle norme nazionali, al fine di garantire il reinserimento dei 12 professionisti precari all'interno dell'Agenzia ARPAS, e la conseguente stabilizzazione.

Cagliari, 20 novembre 2014