CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 225/A

INTERROGAZIONE FORMA, con richiesta di risposta scritta, sulle oggettive difficoltà per l'invio degli agnelli e dei capretti all'immediata macellazione venutesi a creare a seguito dell'interpretazione e conseguente applicazione di quanto stabilito al comma 3 dell'articolo 5 del decreto dell'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale n. 22 del 10 settembre 2014 "Profilassi vaccinale obbligatoria contro la febbre catarrale degli ovini. Adempimenti periodo 2014-2015".

***************

La sottoscritta,

premesso che:
- in questo periodo dell'anno è in pieno svolgimento la campagna di macellazione degli agnelli e dei capretti e che tale attività rappresenta una parte rilevante del reddito delle aziende zootecniche della Sardegna;
- l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale ha emanato, in data 10 settembre 2014, il decreto riportante "Profilassi vaccinale obbligatoria contro la febbre catarrale degli ovini. Adempimenti periodo 2014-2015";
- lo stesso decreto, al comma 3 dell'articolo 5 stabilisce: "È consentita la movimentazione degli agnelli e dei capretti destinati alla macellazione senza visita clinica e senza compilazione del quadro E del Modello IV, purché questi animali non provengano da territori con infezione in atto, oppure provengano da allevamenti le cui madri siano state sottoposte a vaccinazione per la Blue tongue e che siano coperti da immunità passiva nei confronti del virus, come indicato nelle specifiche del vaccino.";
- risulta che la situazione epidemiologica delle aziende ed in particolare il numero delle aziende sede di focolaio e la conseguente determinazione delle aree geografiche da considerare infette al momento consta di un numero di 8 focolai confermati e di 4 sospetti, quindi una porzione relativamente ridotta rispetto al totale del territorio regionale;

constatato che:
- l'interpretazione e la relativa applicazione fatta dai servizi veterinari di alcune aziende sanitarie è quella di consentire la movimentazione degli agnelli per la macellazione esclusivamente da allevamenti sottoposti a profilassi vaccinale;
- la corretta interpretazione del su riportato comma 3 dell'articolo 5 del decreto dell'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale n. 22 del 2014 consente di poter movimentare gli agnelli per l'immediata macellazione anche da allevamenti non sottoposti a profilassi vaccinale qualora non provengano da zone con infezione in atto anche con la compilazione del così dettomodello IV fatta dal solo allevatore;

considerato che:
- risulta rilevante il numero di allevamenti non vaccinati;
- appare oggettivamente nullo o molto basso il rischio epidemiologico di diffusione della blue tongue con la movimentazione degli agnelli e dei capretti per la pronta macellazione presso mattatoi spesso situati a distanze contenute rispetto agli allevamenti di provenienza e comunque entro il confine del territorio regionale;
- da tale impropria interpretazione derivano difficoltà rilevanti oltre che importante danno economico alle aziende zootecniche già pesantemente provate dal lungo periodo di crisi,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dall'assistenza sociale per sapere quali siano i provvedimenti urgenti che intende adottare per riportare ad una corretta interpretazione quanto disposto dal proprio decreto al fine di ricondurre urgentemente alla normalità lo svolgimento di una attività che oltre al vitale valore economico riveste anche una importante valenza nella tradizione alimentare della Sardegna.

Cagliari, 4 dicembre 2014